Abruzzo l'Abruzzo


Download 444 b.
Sana14.06.2018
Hajmi444 b.


ABRUZZO


L'Abruzzoè una regione politica dell'Italia meridionale, con capoluogo L'Aquila. Il Consiglio e la Giunta regionali si riuniscono anche a Pescara, dove sono presenti gli uffici degli assessorati.

  • L'Abruzzoè una regione politica dell'Italia meridionale, con capoluogo L'Aquila. Il Consiglio e la Giunta regionali si riuniscono anche a Pescara, dove sono presenti gli uffici degli assessorati.

  • Secondo la classificazione ufficiale NUTS l'Abruzzo, pur inserito nel centro geografico della penisola, è collocato tra le regioni dell'Italia meridionale. Ciò è dovuto essenzialmente alla sua contiguità sotto il profilo storico, linguistico e culturale con le regioni meridionali dell'Italia continentale, con le quali ha formato per secoli un'unità amministrativa unitaria sotto l'egida prima della corona normanna, poi sveva, angioina, aragonese, asburgica e infine borbonica, sino all'annessione del Regno delle Due Sicilie al Regno d'Italia.





Dati economici

  • Fino a pochi decenni fa, L'Abruzzo era una delle regioni piu povere del Sud Italia; tuttavia negli ultimi anni l'economia si è sviluppata a tal punto che l'Abruzzo è diventata una delle regioni piu sviluppate del Mezzogiorno. Dal 1950 l'Abruzzo ha avuto una crescita costante del PIL. Nel 1951 il reddito pro capite è stato del 53%; nel 1971 del 65%; nel 1994 è arrivato al 76% dando all'Abruzzo il piu alto PIL pro capite del Sud Italia che ha superato il tasso di crescita di ogni altra regione d'Italia. La costruzione delle autostrade Roma-Teramo(A24) e Roma-Pescara(A25) ha aperto la regione a nuovi investimenti favorendo una maggiore crescita della produttività che è diventata cosi la maggiore delle regioni del sud Italia. L'industria si è sviluppata rapidamente soprattutto nel settore meccanico, dei trasporti e delle telecomunicazioni. Altri settori che si sono sviluppati rapidamente sono quelli della ricerca, della farmaceutica, della biomedicina, dell'elettronica, dell'industria aerospaziale e della fisica nucleare .



La regione è prevalentemente montuosa (65%) e per il restante costituita in massima parte da colline (34%).

  • La regione è prevalentemente montuosa (65%) e per il restante costituita in massima parte da colline (34%).

  • La regione presenta le vette più alte dell'Appennino, con il Gran Sasso d'Italia (Corno Grande) ed il massiccio della Maiella (Monte Amaro), cui si aggiungono i rilievi dei Monti della Laga al confine con Lazio e Marche, del Gruppo Sirente-Velino, delle Montagne del Parco Nazionale d'Abruzzo al confine con Lazio e Molise e dei Monti Simbruini in comune con il Lazio.

  • La pianura (1%) è costituita da una stretta fascia costiera che segue il litorale. I fiumi principali sono l'Aterno-Pescara, il Sangro e il Vomano che sfociano tutti nel Mar Adriatico.





Nel 2006[6] i nati sono stati 11.087 (8,5‰), i morti 13.223 (10,1‰) con un incremento naturale di -2.136 unità rispetto al 2005 (-1,6‰). Le famiglie contano in media 2,6 componenti. Il 31 dicembre 2006 su una popolazione di 1.309.797 abitanti si contavano 48.018 stranieri (3,7‰).

  • Nel 2006[6] i nati sono stati 11.087 (8,5‰), i morti 13.223 (10,1‰) con un incremento naturale di -2.136 unità rispetto al 2005 (-1,6‰). Le famiglie contano in media 2,6 componenti. Il 31 dicembre 2006 su una popolazione di 1.309.797 abitanti si contavano 48.018 stranieri (3,7‰).



Principali città d'arte

  • Oltre a L'Aquila, Chieti ,Teramo e in parte anche Pescara, che vantano centri storici ricchi di antiche chiese, pregevoli palazzi civici, musei e siti archeologici, tra le città d'arte abruzzesi vanno annoverate Sulmona, che diede i natali ad Ovidio, Atri (che diede il nome al Mare Adriatico), Roseto degli Abruzzi, nota per aver dato i natali al celeberrimo pittore Pasquale Celommi, per il suo museo delle arti materiali, perché ospita l'ulivo più vecchio d'Italia (500 anni), per la botte di vino più grande d'Europa e per essere na delle prime città in cui si è sviluppato il gioco del Basketball, per essere una delle prime città italiane in cui si è sviluppata la religione Cristiana Testimone di Geova, Giulianova, vero esperimento di città ideale del Rinascimento, Campli, Civitella del Tronto, con la sua poderosa fortezza borbonica, Scanno, Lanciano, Ortona, Guardiagrele, Vasto (anticamente chiamata l'Atene degli Abruzzi) e Penne. Tra i borghi più caratteristici, invece, vanno citati Santo Stefano di Sessanio,Castel del Monte, Calascio, Castelli (nota per la produzione artigianale di ceramiche), Pacentro, Pettorano sul Gizio, Pescocostanzo, Rivisondoli, Pescasseroli (che ha dato i natali al filosofo Benedetto Croce), Capestrano, Loreto Aprutino, Bisenti, Città Sant'Angelo e Pietracamela.



Proiect realizat de Hora Adrian XII C

  • Proiect realizat de Hora Adrian XII C





Do'stlaringiz bilan baham:


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2019
ma'muriyatiga murojaat qiling