Indice indice presentazione del progetto


Download 445 b.
bet8/9
Sana14.08.2018
Hajmi445 b.
1   2   3   4   5   6   7   8   9

Non a caso nella città di Piacenza significative testimonianze funerarie sono tornate alla luce nella zona di via Taverna (tratto della via Postumia per Genua), di via Alberoni-via Roma (snodo viario corrispondente alla via Emilia per Ariminum ed alla via Postumia per Cremona –Aquileia), nonché nella zona di Malcantone, dove si ipotizza che fosse ubicato il porto fluviale sul Po.

  • In Val Tidone molto interessante è il rinvenimento, avvenuto negli anni ’90 presso Ganaghello di Castel San Giovanni, (probabilmente in relazione al tratto di via Postumia che collegò Placentia a Clastidium) di una tomba a cassone in laterizi con un ricco corredo comprendente, altri a vasellame ceramico, tre strigili in ferro, un braccialetto di bronzo, vari ossi lavorati e numerosi balsamari.



  • L’IMPORTANZA DELLO STUDIO DELLA CERAMICA

    • L’IMPORTANZA DELLO STUDIO DELLA CERAMICA

    •  

    • La ceramica è senza dubbio uno tra i più importanti materiali di interesse archeologico e in questo senso lo studio chimico-fisico delle sue caratteristiche ha dato sicuramente un apporto notevole.

    • Con il termine “ceramica” si è soliti indicare i prodotti ottenuti da materiali metallici foggiati a freddo e consolidati per mezzo del calore. Va senz’altro evidenziato che la grande maggioranza dei manufatti ceramici pervenuti a noi sono stati ottenuti miscelando fra loro argilla, un tipo di terra diffuso ovunque, assieme ad acqua.

    • La scelta non è casuale, dal momento che già 10.000 anni fa era apprezzata per le caratteristiche che la contraddistinguevano dagli altri materiali.

    • E’ infatti risaputo che l’argilla, dopo opportuna bagnatura con acqua, riesce a mantenere la forma impressa. Questa plasticità è dovuta alla struttura lamellare dei minerali argillosi ed ai legami superficiali che si instaurano tra i vari strati di particelle nei quali penetra l’acqua che, creando dei “cuscini”, permette agli strati di slittare gli uni sugli altri. Un’altra caratteristica importante è l’impermeabilità, dovuta all’azione protettiva dello strato superficiale. Infine va evidenziata la refrattarietà dell’argilla, cioè la capacità di resistere a temperature elevate senza deformarsi.

    • I prodotti ceramici sono classificabili, dal punto di vista tecnologico, in base al tipo di argilla usata, la cui composizione varia da zona a zona. Ad esempio si può avere inizialmente un impasto bianco o colorato e nel secondo caso il colore è dovuto alla presenza di ossidi metallici, in particolare di ferro. Il colore finale del prodotto ceramico è però legato sia alle condizioni di cottura, sia all’introduzione intenzionale nell’impasto di pigmenti, sia all’applicazione di rivestimenti colorati o a decorazione. In questo caso la cottura influenza il colore finale a seconda che nell’atmosfera vi sia la presenza o l’assenza di specie ossidanti quali l’ossigeno.



    In atmosfera ricca di aria, ovvero in una condizione ossidante, si ha quindi lo sviluppo del colore rosso dovuto alla presenza del Fe3+, mentre in un’atmosfera povera di ossigeno o riducente si ha la formazione del colore nero dovuto al Fe2+ e all’incompleta combustione delle sostanze organiche.

    • In atmosfera ricca di aria, ovvero in una condizione ossidante, si ha quindi lo sviluppo del colore rosso dovuto alla presenza del Fe3+, mentre in un’atmosfera povera di ossigeno o riducente si ha la formazione del colore nero dovuto al Fe2+ e all’incompleta combustione delle sostanze organiche.

    • Di conseguenza la temperatura determina le proprietà del manufatto e la sua tipologia:

    • se la temperatura è superiore a 900°C si ha la terracotta, una ceramica molto porosa e poco resistente;

    • tra 900°C e 1100°C si ottiene la terraglia o earthenware, una ceramica meno porosa che assume una colorazione rossa;

    • tra 1100°C e 1200°C la presenza di Calcio favorisce lo sviluppo di un color crema;

    • tra 1200°C e 1300°C si ha un prodotto fortemente vetrificato e impermeabile, il gres o stoneware,

    • molto resistente e trascurabilmente poroso;

    • sopra i 1300°C si ottiene un prodotto altamente vetrificato, translucido e impermeabile, la porcellana.



    L’IMPORTANZA DELLO STUDIO DEL VETRO

    • L’IMPORTANZA DELLO STUDIO DEL VETRO

    •  

    • Il vetro è probabilmente il primo materiale artificiale inventato e utilizzato dall’uomo. Questo materiale presenta caratteristiche uniche: a livello macroscopico è indubbiamente un solido, per la durezza e l’elasticità; a livello microscopico invece la sua struttura è più simile a quella di un liquido. Il vetro è quindi definito come un solido amorfo, cioè un materiale con una disposizione delle particelle disordinata

    • In natura la formazione di materiali vetrosi avviene nei vulcani dove le temperature elevate permettono la fusione delle rocce a base di silicati (SinOm). Questa massa fusa può poi raggiungere la superficie dove si raffredda. Il raffreddamento repentino non permette alle molecole di organizzarsi in una struttura cristallina, mantenendo una struttura molecolare simile a quella di un liquido, dando così origine a un materiale vetroso naturale, l’ossidiana.

    • L’uomo ha poi saputo riprodurre artificialmente questo processo, utilizzando sostanze a base di silice e raggiungendo le temperature necessarie per la fusione. Sono poi impiegati vari componenti che variano a seconda del risultato che si vuole ottenere. Esistono quindi moltissimi tipi di vetro che si differenziano per la particolare struttura chimica ed hanno caratteristiche totalmente opposte.

    • L’importanza del suo studio è da ricercare nel fatto che permette di effettuare studi sulla provenienza, avere informazioni sulle rotte commerciali, definire le capacità tecnologiche e il tenore di vita della civiltà che lo ha realizzato. Per l’analisi di questo materiale si usano tecniche come quelle di spettroscopia atomica, fluorescenza X, attivazione neutronica, SEM e PIXE.






    Do'stlaringiz bilan baham:
    1   2   3   4   5   6   7   8   9


    Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2019
    ma'muriyatiga murojaat qiling