La doppia vita di Leone l’Africano al-Hasan al-Wazzan (1485-1554)


Download 444 b.
Sana21.07.2018
Hajmi444 b.


La doppia vita di Leone l’Africano

  • al-Hasan al-Wazzan (1485-1554)


al-Hasan al-Wazzan

  • al-Hasan ibn Muhammad al-Wazzan al-Fasi (Granada 1485 – Tunisia, 1554 ?) è conosciuto anche come il nome italiano di Leone l'Africano.

  • Nato a Granada da famiglia musulmana, lascia la Spagna nel 1492 dopo la riconquista cristiana e la cacciata dei musulmani.

  • Stabilitosi a Fez, in Marocco, studia presso l'Università al-Qarawiyyin divenendo cadì (giudice) e ottenendo poi incarichi diplomatici per conto del re del Marocco.

  • Dopo aver viaggiato in Africa e Medio Oriente, viene catturato nel 1517 dai corsari cristiani che operavano nel Mediterraneo e venduto come schiavo agli spagnoli.



Un musulmano alla corte del Papa

  • Condotto a Roma nel 1518, viene rinchiuso a Castel S. Angelo per un anno prima di essere donato al papa Leone X, battezzato cristiano con il nome di Giovanni Leone de Medici e liberato alla fine del 1519.

  • A Roma vive alla corte pontificia ed entra in rapporto con i più importanti intellettuali dell’epoca, occupandosi anche della traduzione in arabo della Bibbia



Traduttore e letterato



Egidio Canisio da Viterbo (1472 –1532)

  • Viene chiamato come insegnante di arabo e traduttore dall’erudito cardinale Egidio Canisio, vescovo di Viterbo, studioso di lingue orientali, con il quale si adopera per far meglio conoscere agli europei cristiani il mondo islamico e la sua cultura.



La Descrizione dell’Africa

  • Su incarico del papa scrive il libro Cosmographia dell’Africa di cui esistono due versioni:

  • in lingua italiana: Della descrittione dell'Africa et delle cose notabili che qui sono (Venezia 1550)

  • in lingua francese:

  • Description de l'Afrique

  • (Parigi 1556)



Il mistero degli ultimi anni

  • Partito da Roma nel 1527, dopo il saccheggio compiuto dai Lanzichenecchi di Carlo V, e rientrato in Marocco dopo il 1530, di lui si perdono le tracce.

  • Stabilitosi a Tunisi attorno al 1532, forse collabora con il sultano al-Hasan e con lo stesso Kayreddin.

  • Muore in Marocco attorno al 1554.




Do'stlaringiz bilan baham:


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2017
ma'muriyatiga murojaat qiling