L’Italia, con 6 miliardi di € di export è leader in Europa


Download 445 b.
Sana05.07.2017
Hajmi445 b.





Italia al primo posto in Europa come numero di imprese attive nel settore del mobile. Un’impresa europea su cinque parla italiano, e anche per numero di brevetti il Bel Paese ha pochi concorrenti.

  • Italia al primo posto in Europa come numero di imprese attive nel settore del mobile. Un’impresa europea su cinque parla italiano, e anche per numero di brevetti il Bel Paese ha pochi concorrenti.

    • Imprese: in totale sono 24.538, ottomila in più della Francia che ne ha 16.725, e rappresentano il 19% di quelle presenti nel Vecchio Continente.
    • Brevetti: la Lombardia vanta il 6,6% del totale europeo, al secondo posto dopo la regione tedesca del Detmold (8,6%), mentre il Veneto ne conta il 3,1
  • Quello dell’ arredamento è un settore della nostra economia che fattura 32 miliardi di euro l’anno e offre lavoro a 400mila addetti.



L’Italia, con 9.6 miliardi di € di export è leader in Europa.

  • L’Italia, con 9.6 miliardi di € di export è leader in Europa.

  • Segue la Germania con 8.5 miliardi di €.



Il 25% del totale delle esportazioni rilevato da LegnoArredo deriva dalle aziende lombarde

  • Il 25% del totale delle esportazioni rilevato da LegnoArredo deriva dalle aziende lombarde

  • Veneto e Lombardia rappresentano il 40% del totale sistema LegnoArredo



Tutela e rappresenta gli interessi della filiera industriale che vanno dalla lavorazione della materia prima legno alla produzione di arredamento e di accessori, anche con materiali diversi dal legno. Il sito offre informazioni utili a tutti gli operatori su normativa, qualità, andamento del settore e fiere in corso.

  • Tutela e rappresenta gli interessi della filiera industriale che vanno dalla lavorazione della materia prima legno alla produzione di arredamento e di accessori, anche con materiali diversi dal legno. Il sito offre informazioni utili a tutti gli operatori su normativa, qualità, andamento del settore e fiere in corso.

  • Il sistema italiano di "LegnoArredamento" è caratterizzato da un complesso di produzioni molto aperte all'esportazione e ad alta intensità di innovazione e design; queste produzioni si trovano in gran parte nei distretti industriali.

  • Il sistema è caratterizzato da un forte legame con le risorse forestali del mondo, con il mondo della progettazione, architettura e design e con l'enorme universo delle costruzioni.

  • Il modello di sviluppo del sistema italiano di "LegnoArredamento" si basa sulla capacità di creare prodotti che sono icone globali di qualità, stile e unicità. Un modello di sviluppo che è in grado di mettere in primo piano, nella percezione dei consumatori internazionali, il contenuto estetico e culturale dell’arredamento, quale fonte essenziale della qualità della vita.

  • Giovanni De Ponti è direttore generale e amministratore delegato di FederlegnoArredo.



Secondo settore manifatturiero italiano per numero di aziende

  • Secondo settore manifatturiero italiano per numero di aziende

  • Terzo settore per il contributo positivo per la bilancia commerciale nazionale. Il saldo positivo è di circa 7 miliardi di €



Mobili e prodotti in legno per l'edilizia: i due principali settori

  • Mobili e prodotti in legno per l'edilizia: i due principali settori

  • del sistema LegnoArredo.







I mercati esteri più in ascesa per il sistema LegnoArredo

  • I mercati esteri più in ascesa per il sistema LegnoArredo

    • Qatar sta crescendo in maniera esponenziale: + 128%
    • Il secondo posto spetta agli Emirati Arabi : + 38%
  • I più grandi mercati esteri per l’industria del Mobile

    • Il più grande acquirente di mobili Made in Italy è la Francia con 1,7 miliardi di euro
    • La prima destinazione al di fuori dell'Unione europea è la Russia con 1,1 miliardi di euro


I più grandi mercati esteri per l'industria del legno

  • I più grandi mercati esteri per l'industria del legno



L'Italia importa legno e mobili per circa 6,8 miliardi di euro.

  • L'Italia importa legno e mobili per circa 6,8 miliardi di euro.

  • I due principali fornitori sono l’ Austria per il legname con 555 milioni di euro e la Cina per i mobili con 393 milioni di euro.



La Cina è il primo player con una quota del 25% del mercato mondiale per i mobili

  • La Cina è il primo player con una quota del 25% del mercato mondiale per i mobili





Questo territorio può essere suddiviso in tre parti:

  • Questo territorio può essere suddiviso in tre parti:

  • la Comasca (Cantù, Arosio, Cabiate, Inverigo e Mariano Comense),

  • la Brianza mobiliera ex Milanese (Lissone, centro significativo per produzione e arredamento; Barlassina, Bovisio-Masciago, Brioso, Cesano Maderno, Desio, Giussano, Lentate sul Seveso, Limbiate, Macherio, Meda, Seregno, Seveso, Verano Brianza)

  • la Brianza dei settori collaterali, ossia tessile d'arredamento (Costa Masnaga e meccanica-plastica (Osnago).



L'inizio della storia briantea nasce intorno al 1750:i tanti contadini che lavoravano la terra in Brianza decidono di adeguarsi alle nuove esigenze, si riconvertono professionalmente.

  • L'inizio della storia briantea nasce intorno al 1750:i tanti contadini che lavoravano la terra in Brianza decidono di adeguarsi alle nuove esigenze, si riconvertono professionalmente.

  • Ben presto prevale la specializzazione produttiva all'interno delle botteghe che diventano di fatto laboratori scolastici: nascono gli intenditori, i raccoglitori, i venditori della materia prima, i falegnami, gli intagliatori, i tornitori, i lucidatori, i laccatori, i decoratori, i tappezzieri, i costruttori di serramenti e tutto ciò che gravita attorno al settore.

  • A Cantù, nella prima metà del 1800, quella del mobile diventa produzione artistica e nel 1882 viene creata una scuola d'arte per l'arredamento. Dal 1840 al 1850 sorgono le grandi aziende a carattere industriale e nei cento anni compresi fra il 1867 e il 1967 la produzione artigianale arriva a toccare l'apice, con Cantù che afferma il proprio stile e Lissone che invece realizza diverse tipologie di prodotto e/o di stile.



Il contesto artigianale è quello di una grande impresa spezzettata e suddivisa in tante piccole botteghe a conduzione familiare che si distinguono per la produzione di elevato pregio, anche se si ritrovano controllate da ditte di commercializzazione dei manufatti. L'emancipazione delle botteghe familiari favorisce la crescita delle capacità produttive e inventive, oltre che il successivo accorpamento nella logica di un'economia di scala finalizzata all'aumento della capacità produttiva.

  • Il contesto artigianale è quello di una grande impresa spezzettata e suddivisa in tante piccole botteghe a conduzione familiare che si distinguono per la produzione di elevato pregio, anche se si ritrovano controllate da ditte di commercializzazione dei manufatti. L'emancipazione delle botteghe familiari favorisce la crescita delle capacità produttive e inventive, oltre che il successivo accorpamento nella logica di un'economia di scala finalizzata all'aumento della capacità produttiva.

  • Dopo la seconda guerra prende il via la collaborazione con i maggiori protagonisti dell'architettura e del design contemporaneo. E in questo periodo si assiste anche al fenomeno dell'immigrazione in Brianza, da tutte le regioni d'Italia.

  • Nel 1997 la parabola torna a orientarsi verso l'alto, preparando un XXI secolo caratterizzato dalla stretta collaborazione fra artigiani, architetti e designer: la produzione è sempre più figlia della funzionalità, della comodità, ma anche della bellezza e dell'armonia.



La Brianza nei primi 3 mesi del 2011 esporta in arredamento oltre 220 milioni di Euro, vale a dire l’11,4% del totale nazionale, facendo registrare +6,5% rispetto al trimestre dello scorso anno. E se consideriamo tutto il distretto del legno - arredo della Brianza allargata a Como, l’export dei primi mesi del 2011 ha superato i 340 milioni di Euro, arrivando a “pesare” quasi un quinto del totale nazionale.

  • La Brianza nei primi 3 mesi del 2011 esporta in arredamento oltre 220 milioni di Euro, vale a dire l’11,4% del totale nazionale, facendo registrare +6,5% rispetto al trimestre dello scorso anno. E se consideriamo tutto il distretto del legno - arredo della Brianza allargata a Como, l’export dei primi mesi del 2011 ha superato i 340 milioni di Euro, arrivando a “pesare” quasi un quinto del totale nazionale.

  •  I mobili disegnati e fabbricati tra Milano e la Brianza “viaggiano” soprattutto verso l’Europa (68,2%), seguita dall’Asia (18,2%) e dall’America (9,4%).

  • Le imprese attive nella fabbricazione di mobili tra Milano, Monza e Brianza e Como sono circa 4mila, il 15% del totale nazionale. Il comparto design delle tre province conta oltre 2.200 imprese (circa il 15% del totale nazionale).



Anni 70-80 : le grandi aziende della Brianza (B&B, Radaelli, Poliform, Moroso…).

  • Anni 70-80 : le grandi aziende della Brianza (B&B, Radaelli, Poliform, Moroso…).

  • Anni 80-90: i grandi gruppi (Gufram, Cappelletti, Poltrona Frau, Cassina …), si perde l’identità del marchio.

  • Anni 90: le grandi firme, i cosiddetti “Archi-star” (Orchiola, Palomba,Starck, Lissoni …) che lavorano anche per più aziende.

  • Ultimi anni: avvicinamento tra la figura del designer e dell’artista. Il design come arte, pezzi non più in serie ma unici. Gallerie del modernariato, rispecchiato nel fuorisalone dove la performance dell’artista è centrale.





Il Salone del Mobile è il punto di riferimento a livello mondiale del settore Casa-Arredo. Nasce nel 1961 dall'intuizione di una piccola schiera di mobilieri, espressione dell'organismo di categoria Federlegno-Arredo, per promuovere le esportazioni italiane di mobili e presto divenuto l'evento più atteso a livello internazionale per il mondo dell'arredamento.

  • Il Salone del Mobile è il punto di riferimento a livello mondiale del settore Casa-Arredo. Nasce nel 1961 dall'intuizione di una piccola schiera di mobilieri, espressione dell'organismo di categoria Federlegno-Arredo, per promuovere le esportazioni italiane di mobili e presto divenuto l'evento più atteso a livello internazionale per il mondo dell'arredamento.

  • Appropriato strumento di marketing per un settore assai polverizzato (oltre 13mila aziende con 205mila addetti; un sistema distributivo nazionale articolato su 20mila punti vendita) che non avrebbe altri strumenti per esprimere il proprio potenziale complessivo.

  • Nel 1965 per la prima volta vengono raggruppate le aziende leader del settore arredo in uno spazio espositivo uniforme per offerta commerciale. Gli espositori cominciano a porre grande attenzione agli allestimenti, caratteristica che contraddistinguerà sempre il Salone rispetto alle altre manifestazioni. Divenuto internazionale dal 1967, il Salone del Mobile è capace ancora oggi di così tanta risonanza da non aver eguali al mondo, in nessun settore.



Luogo: Fiera Milano, Rho (ora più accessibile dopo le prime difficoltà)

  • Luogo: Fiera Milano, Rho (ora più accessibile dopo le prime difficoltà)

  • Orari: dalle 09.30 alle 18.30. Sabato 21 e domenica 22 aprile ingresso aperto anche al pubblico.

  • Totale espositori: 1.729 + 750 designer del SaloneSatellite

  • Prodotti esposti: camere da letto, letti singoli, armadi, sale da pranzo, tinelli e soggiorni, mobili da ingresso, mobili per bambini e ragazzi, mobili singoli, tavoli e sedie, mobili in giunco, midollino e rattan, mobili da giardino, imbottiti. Elementi complementari, oggettistica, elementi di decoro, tessili.

  • Superficie netta espositiva: 151.500 metri quadrati

  • L'edizione 2011 ha visto la presenza di 282.483 visitatori di cui 177.964 esteri da 154 paesi a cui si aggiungono i 32.870 visitatori di pubblico domenicale e i 5.967 operatori della comunicazione.



Attesi più di 300mila visitatori. La design week sarà, anche quest'anno, l'evento economicamente più importante per la città lombarda, con 194 milioni di euro di indotto turistico – generato in particolare dal 60% di arrivi provenienti dall'estero – e almeno altri 150 milioni riversati sul territorio dai 3mila espositori presenti in fiera

  • Attesi più di 300mila visitatori. La design week sarà, anche quest'anno, l'evento economicamente più importante per la città lombarda, con 194 milioni di euro di indotto turistico – generato in particolare dal 60% di arrivi provenienti dall'estero – e almeno altri 150 milioni riversati sul territorio dai 3mila espositori presenti in fiera

  • Agli investimenti del comparto si aggiunge l'indotto turistico della kermesse internazionale, stimato dall'ufficio studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza: tra alloggi, ristorazione, shopping e trasporti la design week porterà a Milano anche più introiti dell'anno scorso (quando l'indotto è stato di 189 milioni), con un incremento del 3%, dovuto alla continua moltiplicazione di eventi "collaterali"



EuroCucina - 19a edizione

    • EuroCucina - 19a edizione
    • Salone Internazionale dei Mobili per Cucina
    • Prodotti esposti: cucine in laminato plastico, cucine in legno, cucine in metallo, cucine laccate, cucine in muratura, mobili per locale lavanderia, complementi d’arredo per cucina. Associazioni ed enti di settore.
  • FTK – Technology for the Kitchen – 5ª edizione

    • Proposta collaterale di EuroCucina
    • Prodotti esposti: elettrodomestici da incasso per la cucina e cappe da arredo
    • Tra le new entry ci sono Liebherr e Irinox. Riconfermata la presenza di Best, BSH, Candy Hoover Group, Electrolux, Elica, Faber, Falmec, Franke, Indesit Company, Miele, Nardi, Smeg e Whirlpool.


Design Dance

    • Design Dance
      • Teatro dell’Arte, Triennale di Milano Viale Alemagna 6, Milano  Orari spettacolo: 17-20 aprile 20.30, 21 e 22 aprile 16.00 e 20.30
    • Librocielo
      • Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana Ingresso da Piazza San Sepolcro, Milano Orari: 17 aprile dalle 20.30 alle 23.00, 18 - 22 aprile dalle 19.45 alle 23.00
    • RI.U.SO, Casa e Città per disegnare un futuro possibile


Per raggiungere la Fiera di Rho dal centro di Milano basta prendere la linea 1 della metropolitana (rossa) e scendere alla fermata Rho-Fiera.

    • Per raggiungere la Fiera di Rho dal centro di Milano basta prendere la linea 1 della metropolitana (rossa) e scendere alla fermata Rho-Fiera.
    • Prezzi dei biglietti: il costo per un singolo ingresso al Salone Internazionale del Mobile 2012 è di 23 euro, per chi entra in coppia il costo è di 36 euro, mentre gli studenti pagano 18 euro.




Nasce più di 20 anni fa come evento spontaneo, e in questo sta la sua forza. Nasce perché imprenditori italiani che hanno showroom a Milano – zona Brera – non vogliono più sottendere alle logiche della fiera (format ripetibile, spazi più interessanti molto costosi e quelli meno)

  • Nasce più di 20 anni fa come evento spontaneo, e in questo sta la sua forza. Nasce perché imprenditori italiani che hanno showroom a Milano – zona Brera – non vogliono più sottendere alle logiche della fiera (format ripetibile, spazi più interessanti molto costosi e quelli meno)

  • Evento parallelo con carattere più di intrattenimento e sociale, per presentare le anteprime delle aziende sfruttando i loro spazi espositivi oppure utilizzando “spazi diversi” non convenzionali (loft, gallerie, spazi industriali anche in periferia…)

  • Studio Labo : al fuorisalone da 12 anni

    • Nascono da un problema comunicazionale del settore : molte aziende non sono strutturate per poter affrontare il cambiamento della comunicazione in atto (es. dal cartaceo al web)
    • Diverse piattaforme web (fuorisalone.it …)
    • Affitto spazi espositivi (le zone migliori sono quelle centrali perché più visitate)
    • Consulenza per comunicazione, sia per aziende del settore che quelle non operanti (es. Vodafone, Hyundai… ma anche molte aziende appartenenti al settore della moda). Essere in Brera e Tortona, dove l’affluenza è tantissima, è fondamentale anche per aziende non del settore.
    • Collaborazione con studenti politecnico che durante il fuorisalone fanno fotografie che vengono immeditamente pubblicate. Doppia valenza: fuorisalone live e memoria storica.


Denomina tutto l’insieme di eventi satellite che costellano la design week milanese: concerti, dj set, party, aperitivi, mostre ed eventi a profusione ospitati dagli showroom di design più famosi (concentrati soprattutto in via Durini e limitrofi come Artemide, Cappellini, Flos, B&BItalia, Molteni&C, Poltrona Frau) e dagli spazi indipendenti dei giovani designer sparsi per tutta la città

  • Denomina tutto l’insieme di eventi satellite che costellano la design week milanese: concerti, dj set, party, aperitivi, mostre ed eventi a profusione ospitati dagli showroom di design più famosi (concentrati soprattutto in via Durini e limitrofi come Artemide, Cappellini, Flos, B&BItalia, Molteni&C, Poltrona Frau) e dagli spazi indipendenti dei giovani designer sparsi per tutta la città

  • il FuoriSalone di Milano raccoglierà, ancora una volta, l'insieme di eventi che durante la settimana del Salone del Mobile animano l'intera città di Milano. Non si tratta quindi di una “fiera nella fiera”, ma di una manifestazione spontanea dove le aziende decidono liberamente di realizzare un evento in una location in città.



Zona Tortona si localizza da Porta Genova a tutta l’area adiacente trasformata da ex industriale a quartiere della creatività, della moda, del design, dell’arte. Questo è il punto più amato dal pubblico giovane e straniero che si riversa nelle strade fino a sera inoltrata.

  • Zona Tortona si localizza da Porta Genova a tutta l’area adiacente trasformata da ex industriale a quartiere della creatività, della moda, del design, dell’arte. Questo è il punto più amato dal pubblico giovane e straniero che si riversa nelle strade fino a sera inoltrata.

  • Un’area che da pochi anni ha riscosso molto successo è quella di Ventura Lambrate, adiacente a Città Studi. Gli eventi organizzati in zona di Porta Romana vedono la presenza di giovani designer e studenti degli istituti di design più affermati, mentre il quartiere Isola a Nord ovest è l’anima verde e alternativa



Sono molte le zone di Milano in cui si terrà l’evento:

  • Sono molte le zone di Milano in cui si terrà l’evento:

  • 5 GIORNATE

  • BRERA

  • CADORNA – TRIENNALE

  • CITTA’ STUDI

  • DATEO

  • DUOMO

  • FIERA

  • GARIBALDI

  • GRECO – PIRELLI

  • ISOLA



Brera è un quartiere storico di Milano che da secoli fornisce un fondamentale contributo alla vita culturale della città. Brera è un luogo ricco di fascino e di cultura, un mondo abituato a precorrere le tendenze, dove arte, moda, design si intrecciano. Un luogo variegato, accogliente, caldo, percorso da grande fermento creativo ed artistico, dove la cultura si mescola allo shopping e al divertimento.

  • Brera è un quartiere storico di Milano che da secoli fornisce un fondamentale contributo alla vita culturale della città. Brera è un luogo ricco di fascino e di cultura, un mondo abituato a precorrere le tendenze, dove arte, moda, design si intrecciano. Un luogo variegato, accogliente, caldo, percorso da grande fermento creativo ed artistico, dove la cultura si mescola allo shopping e al divertimento.

  • Brera Design District ha per obiettivo quello di comunicare Brera come punto di riferimento per il design milanese, territorio con la più alta densità di showroom, gallerie, location, spazi dedicati al design e al contemporaneo in termini di arte e cultura.

  • Brera Design District è una operazione di marketing territoriale che attraverso un sistema di comunicazione dedicato alla promozione delle eccellenze e dei punti di forza attivi sul territorio intende arricchire la proposta culturale e l’appeal del distretto in grado di unire tradizione e innovazione nel campo diffuso del design. Attraverso la chiave di lettura del design e della creatività, mappa così le eccellenze del settore e le mette in relazione in un sistema integrato di comunicazione su diversi device..



Nella sede di Via Solferino, cuore del Brera Design District, è allestita la mostra “Vivere alla Ponti: le case abitate da Gio Ponti. Esperimenti di vita domestica e architetture per l’abitare e il lavoro”, dedicata agli esperimenti di vita domestica e architetture per l’abitare e al lavoro di Gio Ponti, mentre il cortile si trasforma in un’oasi di relax, un salotto attrezzato con portabici, libri, fontane, free wifi e punto di ristoro aperto tutto il giorno.

  • Nella sede di Via Solferino, cuore del Brera Design District, è allestita la mostra “Vivere alla Ponti: le case abitate da Gio Ponti. Esperimenti di vita domestica e architetture per l’abitare e il lavoro”, dedicata agli esperimenti di vita domestica e architetture per l’abitare e al lavoro di Gio Ponti, mentre il cortile si trasforma in un’oasi di relax, un salotto attrezzato con portabici, libri, fontane, free wifi e punto di ristoro aperto tutto il giorno.

  • Quartiere artistico per eccellenza presenta quest’anno la Brera Design Night, ovvero la notte bianca degli showroom di design con eventi e concerti per le strade. Segnatevi la notte del 20 aprile!



Brera Outdoor Village: nel cuore di Brera Design District, Ludovica + Roberto Palomba, trasformano la piazza di Palazzo Cusani, in una sorta di villaggio del design a cielo aperto.

  • Brera Outdoor Village: nel cuore di Brera Design District, Ludovica + Roberto Palomba, trasformano la piazza di Palazzo Cusani, in una sorta di villaggio del design a cielo aperto.

  • Nell’ex Chiesa di San Carpoforo, Roberto Semprini espone il frutto dell’unione fra arte e industria. Affidando alla qualità sartoriale, una risposta alla crisi: Arts & Crafts.



Fuorisalone Design Party by Hyundai è l'evento più esclusivo della settimana del design, venerdì 20 Aprile 2012 alle Officine del volo, in via Mecenate 76

  • Fuorisalone Design Party by Hyundai è l'evento più esclusivo della settimana del design, venerdì 20 Aprile 2012 alle Officine del volo, in via Mecenate 76

  • Hyundai Creative Lab è un laboratorio creativo, rivolto alla comunità di designer e creativi italiani e stranieri per promuovere la cultura del progetto con particolare attenzione ai temi dell'automotive e della mobilità sostenibile.

  • Vodafone: Scaricate l’app Brera Design District Realtà Aumentata, disponibile per per iOs e Android, ed esplorate il mondo del Fuorisalone da vicino. L’app vi guiderà per le vie di Brera e vi permetterà di scoprire le creazioni più originali degli showroom aderenti. Calligaris, Roda, Hyundai, Lago, Lomo, Boffi, Magis, Sicis, Moroso e Peka



VALCUCINE DEMODE: Nell’ottica di condivisione e di arricchimento reciproco, all’interno e nell’area esterna allo showroom, durante i giorni di Fuorisalone (da martedì 17 a domenica 22 Aprile), Valcucine, oltre all’esposizione delle novità di prodotto, darà spazio ad alcune realtà artigianali e non, affini al mondo della responsabilità d’impresa e alle teorie della decrescita.

  • VALCUCINE DEMODE: Nell’ottica di condivisione e di arricchimento reciproco, all’interno e nell’area esterna allo showroom, durante i giorni di Fuorisalone (da martedì 17 a domenica 22 Aprile), Valcucine, oltre all’esposizione delle novità di prodotto, darà spazio ad alcune realtà artigianali e non, affini al mondo della responsabilità d’impresa e alle teorie della decrescita.

  • Su alcune isole operative di Meccanica, IrideFixed, Caira Design, Patagonia Milano ed ecocucina.org ripareranno, ricicleranno, riutilizzeranno e ripristineranno i vostri prodotti, mostrando l’aspetto manuale che non sempre viene valorizzato correttamente.

  • Traendo ispirazione dalle più sperimentali architetture , Caira design destrutturerà e ricomporrà delle borse vintage dai vostri vecchi pantaloni (non dimenticate di portare anche una cravatta se volete la tracolla!!)



Valcucine - Abbiamo un sogno: un mondo senza rifiuti (corso Giuseppe Garibaldi, 99)

  • Valcucine - Abbiamo un sogno: un mondo senza rifiuti (corso Giuseppe Garibaldi, 99)

  • De Mura - Ascolta il Design (c/o Spazio Bossi - Clerici via dei Bossi, 3)

  • Bertazzoni: to cook beautifully (c/o Spazio Bossi via Solferino, 7)

  • Peka - Flexible Living (c/o Galleria Isarte - A corso Giuseppe Garibaldi, 2)

  • Cover Magazine - Forza Tappeti: The Rug Revolution (/o Galleria Noseda via San Simpliciano, 2)

  • Segno Italiano - I ramaioli tridentini (c/o Solferino 9 - primo piano via Solferino, 9)

  • Segno Italiano - La ceramica atestina (c/o Galleria DadaEast via Varese, 12)

  • Segno Italiano - La Tigullina di Colombo Sanguineti (c/o Atelier du projet via San Carpoforo, 3)

  • Florim - Impress (via Fatebenefratelli, 9)

  • LagoStudio - LagoStore Turati - Opening! (via Filippo Turati, 3)

  • LagoStudio - Appartamento Lago (via Brera, 30 - II piano)

  • Agape - New Agape 12 concept store (via Statuto, 12)

  • Calligaris - Presentazione novità 2012 (via Tivoli angolo Foro Buonaparte,24)

  • Magis - Showroom Magis (corso Giuseppe Garibaldi, 77)

  • Spazio RT - Tabarellis: esplorazioni tra antico, moderno e contemporaneo (via Fatebenefratelli, 34)

  • Studio Henzel - Tappeticontemporanei presenta Studio Henzel (via San Carpoforo, 1)

  • Weiss - Weiss.cucinebianchi: RE-USE (via Arrigo Boito, 8)



A.G. Spalding & Bros Store via Solferino, 2 angolo via Pontaccio

  • A.G. Spalding & Bros Store via Solferino, 2 angolo via Pontaccio

  • Agape 12 via Statuto, 12

  • Alulife via Amerigo Vespucci, 1/3

  • Amoeba di Joanna Lyle Design via Marsala, 11

  • Antonio Lupi Showroom Milano via di porta tenaglia, 6

  • Appartamento Lago via Brera, 30 - II piano

  • Basement 1 via Palermo, 1

  • Boffi Solferino via Solferino, 11

  • Brix_Superfici via Brera, 4

  • Calligaris Flag Ship Store via Tivoli angolo Foro Buonaparte,24

  • Cape Best corso Giuseppe Garibaldi, 44

  • Cottoveneto via Fiori Chiari, 16

  • Dedar via Fiori Chiari, 18

  • Enzo Mantovani corso Giuseppe Garibaldi, 34

  • Florim Flagship Store via Fatebenefratelli, 9

  • Galleria Michela Cattai via Fiori Chiari, 7

  • Giuliano Nobili Interiors via Fiori Chiari, 26

  • HenryTimi foro Buonaparte, 52

  • I segni del tempo via Marco Formentini, 4/6

  • Italhome Le Sedie largo Claudio Treves, 2

  • Kristina Ti via Solferino, 18

  • La Tenda via Solferino ang via Ancona

  • LagoStore Turati via Filippo Turati, 3

  • Laminam via Mercato, 3

  • Loft Milano via Marco Formentini, 14 ang. via Fiori Chiari

  • Magis corso Giuseppe Garibaldi, 77







Porta Romana Design 2012 si fa promotrice di un'operazione di marketing territoriale che ha come obiettivo primario la valorizzazione del quartiere Porta Romana.

  • Porta Romana Design 2012 si fa promotrice di un'operazione di marketing territoriale che ha come obiettivo primario la valorizzazione del quartiere Porta Romana.

  • Sviluppando un sistema di comunicazione adatto a far emergere le eccellenze e i punti di forza attivi sul territorio si vuole arricchire la proposta culturale e l'appeal del quartiere, in grado di unire tradizione e ultime frontiere del design, per aumentare il numero di visitatori e fruitori attivi.

  • Tra i partner locali ci sono l’Istituto Europe di Design, che si aprirà per ospitare incontri e mostre, e il centro benessere Terme Milano, che sarà sede di eventi promossi dalle aziende, tra cui il RedBull Splash Party.

  • .



AB PUNK POSITIVO Photographia viale Lazio, 1

  • AB PUNK POSITIVO Photographia viale Lazio, 1

  • CHANGE UP! con CAPORASO DESIGN Change up Piazza San Nazaro

  • CLICK’N’PAINT Spazio s-witch mode via Carlo Botta, 5

  • DESIGNING PUBLIC SPACES Cascina Cuccagna

  • FIX YOUR BIKE Tagmi viale Monte Nero, 26

  • GOODESIGN Cascina Cuccagna

  • Leggerezza robustissima ONFUTON via Crema, 14+11

  • LET’ CO – How collaboration changes our business CFMT Via Decembrio 28

  • LIBERO TUTTIPigr via Clusone, 6

  • NATURE PER NASON JOB viale Monte Nero, 56

  • ORANGE PEEL 3.1 A15 via Anfossi, 15

  • Share the Positive Energy Renault Twizy corso Lodi, 1

  • The Colors Of The Outdoor Terme di Milano Piazza Medaglie d'Oro, 2

  • The Weather Studio Zeta via Friuli, 26

  • UPPERCASE Mama Design Lab via Fratelli Campi, 2

  • PAPER EXPO Paper & People,via Friuli, 32



Uppercase party (dalle 20:00) c/o Mama Design Lab via Fratelli Campi, 2: Performance Live GRANDE SHOW SENZA BALLETTO

  • Uppercase party (dalle 20:00) c/o Mama Design Lab via Fratelli Campi, 2: Performance Live GRANDE SHOW SENZA BALLETTO

  • Elita Festival (dalle 19:30 alle 24:00) c/o Teatro Parenti via Pier Lombardo, 14: CONNAN MOCKASIN live; VONDELPARK live; CITIZENS! Live; REALITY SHARING (panel)

  • The Colors Of The Outdoor (dalle 19:00 alle 23:00) c/o Terme di Milano Piazza Medaglie d'Oro, 2: Sfilata di Tiziano Picogna a seguire party Dj set



Dislocati in più strade del quartiere di Porta Romana sono organizzati eventi che danno spazio ai giovani designer e alle idee per l’outdoor.

  • Dislocati in più strade del quartiere di Porta Romana sono organizzati eventi che danno spazio ai giovani designer e alle idee per l’outdoor.

  • Terme di Milano, ospita la mostra ‘The Colors of Outdoor’ in collaborazione con il Consorzio del Politecnico di Milano mentre nella cornice country di Cascina Cuccagna di via Cuccagna 4, verrà ospitato il Public Design Festival, una mostra di progetti realizzati dagli studenti IED per arredare i giardini.

  • Tra gli eventi di presentazione di nuovi prodotti vi è quella di Arper che nel suo spazio di Via Pantano, presenterà la nuova collezione di sedute Saya disegnata da Lievore Altherr Molina.





E’ il triangolo d’oro formato da Via Tortona, via Savona e Via Sthendal, quello da cui tutto il fuori salone ha avuto origine e che presenta una serie infinita di esposizioni nelle location più impensabili.

  • E’ il triangolo d’oro formato da Via Tortona, via Savona e Via Sthendal, quello da cui tutto il fuori salone ha avuto origine e che presenta una serie infinita di esposizioni nelle location più impensabili.

  • Rispetto a Brera, che rappresenta la storicità, è la zona più giovane e sperimentale







EVENTI IN PROGRAMMA PER VENERDI’ 20 APRILE 2012

  • EVENTI IN PROGRAMMA PER VENERDI’ 20 APRILE 2012



Green Island, attiva dal 2002, presenta per questa nuova edizione del Fuori Salone 2012 una novità assoluta, almeno per l’Italia. Un grande tappeto fiorito con i colori della primavera e dell’orto, sarà steso nell’atrio principale della Stazione Garibaldi, punto di passaggio quotidiano per migliaia di pendolari.

  • Green Island, attiva dal 2002, presenta per questa nuova edizione del Fuori Salone 2012 una novità assoluta, almeno per l’Italia. Un grande tappeto fiorito con i colori della primavera e dell’orto, sarà steso nell’atrio principale della Stazione Garibaldi, punto di passaggio quotidiano per migliaia di pendolari.

  • L’installazione si deve alla creatività di un gruppo di designer e attivisti del verde, riuniti sotto la sigla RE.RURBAN. Anche quest’anno Green Island coinvolgerà il network di negozi, laboratori artigianali e artistici, studi di architettura e design, presenti nel Quartiere Isola dove saranno presenti molte installazioni e progetti.





Il quartiere Isola, a nord di zona Garibaldi sarà l’anima verde del circuito Fuori Salone.

  • Il quartiere Isola, a nord di zona Garibaldi sarà l’anima verde del circuito Fuori Salone.

  • Da segnalare il progetto Green Island curato da aMAZElab che coinvolgerà botanici, designer e paesaggisti per realizzare uno meraviglioso tappeto fiorito nell’atrio della Stazione Garibaldi esplorando quindi le connessioni tra arte e verde urbano. Durante il Fuori Salone verranno coinvolti anche i negozi, laboratori artigianali e artistici, studi di architettura presenti nel quartiere Isola dove avranno luogo molte istallazioni e progetti legati al design.





PORTAVENEZIA IN DESIGN- è un circuito fuori salone che unisce la contemporaneità del design all’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty di cui è particolarmente ricca questa zona della città.

  • PORTAVENEZIA IN DESIGN- è un circuito fuori salone che unisce la contemporaneità del design all’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty di cui è particolarmente ricca questa zona della città.

  • Un doppio circuito: Showroom, negozi e aziende che espongono le novità di design e arte. E, per il 2012, un focus culturale incentrato sul Liberty.

  • l’idea. Il design come link tra le varie realtà del circuito di Porta Venezia. Design come ‘creatività’ applicata a tutti i settori. La collaborazione tra varie realtà - commerciali, culturali - che vivono il territorio e hanno accolto favorevolmente il progetto. Alcune attività vengono infatti sviluppate insieme a chi opera sul territorio, oltre alla condivisione, ad esempio, di alcuni materiali d’archivio che sono stati messi a disposizione (esempio lo Sheraton Diana Majestic).

  • Milano è una bellezza nascosta. A volte celata, come l’Albergo Diurno Venezia dove si nasconde un’eredità Liberty incredibilmente affascinante, a volte concessa come, ad esempio, Cortili Aperti che apre ai milanesi ogni anno a primavera con angoli, cortili, giardini e parchi all’interno di palazzi privati.



20 aprile 2012

  • 20 aprile 2012

  • Via Melzo 7 PRESS POINT | Porta Venezia in Design cocktail, h. 18/20 con Camparisoda | JANNELLI&VOLPI - WallpapeRevolution, art direction Matteo Ragni

  • Viale Piave 42, presso Sheraton Diana Majestic opening su invito, h.19 | BAXTER

  • Via G. B. Morgagni 20 cocktail, 20 aprile, h. 18 | CENTRO DELLA REPUBBLICA CECA - Jiří Pelcl: Mobili e oggetti

  • Via F. Casati 12 open day cocktail, h. 10.30/22.30 | MINT MARKET - Mostra THREE SOULS con ANNA TORFS, MATTHEW BROUSSARD e CARPE DIEM

  • 21 aprile 2012

  • Via Melzo 7 PRESS POINT | Porta Venezia in Design cocktail, h. 18/20 con Camparisoda | JANNELLI&VOLPI - WallpapeRevolution, art direction Matteo Ragni

  • h.16.30 (solo su prenotazione: store@jannellievolpi.it) IL DESIGN E’ PER TUTTI I BAMBINI - creatività e solidarietà | Laboratorio ludico-didattico dedicato ai bambini tra 5 e 10 anni. Progetto di Claudio Larcher di Modoloco Design e Coloresperanza

  • Viale Piave 27 brunch, h. 11.30/15 | SPOTTI E MARSOTTO EDIZIONI| SOFT MARBLE, l’insostenibile leggerezza del marmo. Installazione a cura di Studiopepe





Gli eventi presenti in questa zona hanno in comune delle caratteristiche ben precise ovvero creatività, qualità, sperimentazione e contenuti. Un evento da non perdere, è quello di Making Together una mostra interattiva che avrà luogo nello spazio Logotel e dove sequenza di work in progress coinvolgerà in prima persona lo spettatore nell’esperienza del design.

  • Gli eventi presenti in questa zona hanno in comune delle caratteristiche ben precise ovvero creatività, qualità, sperimentazione e contenuti. Un evento da non perdere, è quello di Making Together una mostra interattiva che avrà luogo nello spazio Logotel e dove sequenza di work in progress coinvolgerà in prima persona lo spettatore nell’esperienza del design.

  • Di provenienza prevalentemente estera – prestigiose le presenze della Royal School of Arts, o della Design School di Eindhoven – le ricerche sono spesso di giovani designer ma hanno una forza e una capacità d’impatto superiore al normale, perché ragionano non sul semplice aspetto degli oggetti bensì sul loro ruolo nell’estetica, nel processo produttivo, nell’industria e, alla fine, nella società

  • Sacchetti che diventano scarpe, scarpe che diventano mobili, quotidiani che diventano legno, bottiglie che si rifilano per intessere gioielli. Come nel progetto Plastic Gold di Florie Salnot. Materiali non facili da smaltire. Dargli nuovi usi, creare oggetti a basso costo per ridurre l’inquinamento.   Per non citare il fatto che dai rifiuti si possono creare anche delle radio.



Da non perdere la nuova collezione ‘Textile sketch’ disegnata da Kiki van Eijk e presentata nella galleria Plus design, Via Ventura,6.

  • Da non perdere la nuova collezione ‘Textile sketch’ disegnata da Kiki van Eijk e presentata nella galleria Plus design, Via Ventura,6.

  • L’amatissima designer di Eindhoven, inoltre, verrà celebrata nelle 5 strabilianti vetrine da lei ideate per Hermès. Il tema ruota intorno al tempo e quanto esso sia prezioso… Il più grande gioiello in nostro possesso. Le vetrine sono un racconto sui differenti aspetti del tempo.





Design come segno grafico al Triennale Design Museum (viale Alemagna 6). Mostra TDM5: grafica italiana si compie un ulteriore passo nella scoperta della cultura visiva italiana.L'omaggio allo studio d'architettura De Pas, D'Urbino e Lomazzi a cui si deve la celeberrima poltrona Joe a forma di guantone da baseball, pezzo storico risalente al 1970.

  • Design come segno grafico al Triennale Design Museum (viale Alemagna 6). Mostra TDM5: grafica italiana si compie un ulteriore passo nella scoperta della cultura visiva italiana.L'omaggio allo studio d'architettura De Pas, D'Urbino e Lomazzi a cui si deve la celeberrima poltrona Joe a forma di guantone da baseball, pezzo storico risalente al 1970.

  • Lorenzo Damiani è protagonista del terzo e ultimo allestimento che porta la firma della casa. i suoi oggetti sono sparsi negli spazi della Triennale, con la volontà di scatenare il brivido della caccia al tesoro. Fra le decine di allestimenti ospiti segnaliamo le poltrone Iperbolica, undici pezzi unici ipercolorati e accoglienti, ideati da Alessandro Ciffo, realizzati in silicone e riempiti di poliuretano espanso.  

  • Lunare l'ambiente creato da Lasvit che propone un minipadiglione in cristallo firmato dal designer Ross Lovegrove, mentre sono ritratti in bianco e nero su grande formato i mattoncini che compongono la mostra Future Roots voluta da Hogan. Fra gli scatti - firmati da Ornella Sancassani - le archistar Zaha Hadid e Gae Aulenti, Santiago Calatrava, Tadao Ando e anche l'attuale assessore alla cultura Stefano Boeri. Davvero creative le soluzioni esposte dai designer che arrivano dal Belgio, dal divano Mutation che assomiglia ad un grappolo d'uva di Maarteen de Ceulaer alla maxiseduta in stile patchwork tessile Lichtbed di Chevalier-Masson, per non parlare del tappeto color ciliegia Looping adatto per esterni ed interni.



Il progetto MAD ha il preciso scopo di valorizzare e far emergere l’area Mecenate attraverso un attento piano di comunicazione creato ad hoc, ed un’accurata selezione di designer ed aziende, al fine di rendere la zona una vetrina sinonimo di qualità e professionalità. Una visibilità garantita su dispositivi dedicati ai singoli eventi (sito dedicato, mappa cartacea, ecc.), una presenza nel portale fuorisalone.it per 12 mesi e supporto di comunicazione a tutte le iniziative organizzate.

  • Il progetto MAD ha il preciso scopo di valorizzare e far emergere l’area Mecenate attraverso un attento piano di comunicazione creato ad hoc, ed un’accurata selezione di designer ed aziende, al fine di rendere la zona una vetrina sinonimo di qualità e professionalità. Una visibilità garantita su dispositivi dedicati ai singoli eventi (sito dedicato, mappa cartacea, ecc.), una presenza nel portale fuorisalone.it per 12 mesi e supporto di comunicazione a tutte le iniziative organizzate.

  • LOCATIONS:

    • OFFICINE DEL VOLO - via mecenate, 76/5
    • STUDIO 90 - MilanoVia Mecenate 90
    • SPAZIO ANTOLOGICO - Via Mecenate, 84/10  





Do'stlaringiz bilan baham:


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2017
ma'muriyatiga murojaat qiling