Territorio costituisce infatti per IL bambino un vero e proprio libro aperto


Download 445 b.
Sana01.04.2018
Hajmi445 b.







Per scoprire le caratteristiche dello spazio è opportuno stimolare il bambino a modi spontanei o guidati di esplorare il proprio ambiente, viverlo, percorrerlo, occuparlo, osservarlo, rappresentarlo.

  • Per scoprire le caratteristiche dello spazio è opportuno stimolare il bambino a modi spontanei o guidati di esplorare il proprio ambiente, viverlo, percorrerlo, occuparlo, osservarlo, rappresentarlo.

  • Il TERRITORIO costituisce infatti per il bambino un vero e proprio libro aperto, tutto da leggere: attraverso l’esplorazione diventa un oggetto di SCOPERTA, lo scenario in cui si possono proiettare aspirazioni, desideri e bisogni.

  • Da tale principio pedagogico nasce l’idea di pensare al nostro territorio quale sfondo integratore per accompagnare il bambino in un processo di crescita.



LA METODOLOGIA

  • Fermo restando che lo sviluppo cognitivo parte da una base percettiva, motoria e manipolativa rimane fondamentale l’importanza del GIOCO in tutte le sue forme ed espressioni: il GIOCO SIMBOLICO (di finzione, di immaginazione, di identificazione…).

  • Il GIOCO SIMBOLICO, quello classico “Facciamo finta di…” è il gioco di finzione nel quale-secondo Piaget- il bambino manifesta, si esprime ed entra in relazione con gli altri, gli oggetti e con lo SPAZIO.

  • Tale pensiero, si rivela ad esempio, quando il bambino “trasforma”una sedia capovolta o uno scatolone in una automobile.

  • Nel gioco simbolico il bambino rappresenta la realtà così come gli piace e non come la vede oggettivamente e nel rapporto con gli oggetti assume un ruolo creativo-attivo-interpretativo(“Questo oggetto sembra...”)



LE ATTIVITA’

  • Canzoni, narrazioni, giochi simbolici e senso-motori, rappresentazioni grafico-pittoriche, costituiscono le attività attraverso le quali i bambini costruiscono mappe e rappresentazioni con le quali ordinano in maniera articolata cose, eventi, relazioni, qualità, regole.

  • L’educazione alla sicurezza- in strada, a casa o a scuola- offre molte opportunità educative per formare una coscienza matura e responsabile verso sé stessi e gli altri.

  • In collaborazione con il territorio saranno organizzati percorsi programmati tesi ad accrescere l’AUTONOMIA e il SENSO CIVICO nei bambini con il coinvolgimento della locale Polizia Municipale e della Biblioteca Comunale.

  • Sono previste attività di carattere laboratoriale differenziate per fasce d’età e momenti di intersezione e grande gruppo.



OBIETTIVI

  • Sviluppare il senso di appartenenza alla famiglia e alla comunità sociale.

  • Esplorare gli spazi del proprio contesto di vita.

  • Confrontare diversi spazi del paese e le loro funzioni.

  • Riconoscere le figure istituzionali che tutelano lo svolgersi ordinato delle nostre attività nel nostro paese e nelle città.

  • Conoscere le principali regole del codice stradale.

  • Sviluppare comportamenti responsabili verso regole e spazi comuni.

  • Scoprire aspetti che riguardano qualità e sicurezza della vita in casa e nel nostro paese.

  • Percepire che i modi di fare corretti sono condivisi da tutti, bambini e adulti, famiglie e istituzioni.



Primi tempi di scuola: il signor Aquilone

  • Durante i primissimi giorni di scuola e per tutto il mese di Settembre il racconto intitolato:”Il signor Aquilone”presentato ai bambini nuovi durante l’open day di Maggio, ha accompagnato tutti i bambini alla scoperta della scuola con i suoi spazi, i suoi ambienti e con tutte le persone che ogni giorno ci accolgono: le insegnanti, le suore, i bambini, la cuoca,le inservienti



C’era una volta

  • Tempi. Ottobre

  • La festa dei nonni offre l’occasione per fare riflettere i bambini sul ruolo che i nonni hanno nella loro vita e per valorizzare il legame speciale che li unisce.

  • Essi sono senza dubbio figure di riferimento, in genere disponibili al GIOCO e all’ASCOLTO.

  • Persone coinvolte:

  • Tutti i bambini, le insegnanti ,

  • Le suore, i nonni.

  • Attività

  • Canto: I supernonni

  • Filastrocca: I miei nonni

  • Realizzazione del dono da offrire ai nonni



…Sorpresa per… la festa di Ognissanti

  • Per la festa di Halloween, due simpatici pagliacci dal Circo Orfei ci hanno divertito con uno spettacolo divertente di giocoleria e clowneria…



PROGETTO ACCOGLIENZA: Pronti…si parte

  • Tempi: Settembre/Ottobre



Obiettivo formativo Vivere la scuola serenamente

  • L’ambiente è stato animato

  • dal Pulmino Gino che ha fatto conoscere ai bambini:

  • Spazi

  • Persone

  • Regole di comportamento nei diversi ambienti

  • Tempi della scuola e della sua vita



…aIcune idee operative

  • Racconto:Il pulmino Gino

  • Giochi cantati di conoscenza e socializzazione

  • Girotondo dell’amicizia

  • Canto:”le buone maniere”

  • Festa dell’accoglienza





























LA GIORNATA DI LABORATORIO





BIBLIOGRAFIA PER I GENITORI

  • Flora Bresciani Nicassio ME LA RACCONTI UNA STORIA? Ed.Elledici

  • Guy Gilbert VUOI CAPIRE I TUOI FIGLI?CHIEDIMI COME Ed. San Paolo

  • Germaine Duclos Martin Duclos AUTONOMIA E RESPONSABILITA’NEI BAMBINI E NEI RAGAZZI DA 0 A 12 ANNI Ed. San Paolo

  • G.Grandi PERSONA, FELICITA’ EDUCAZIONE.LEGAMI CHE FANNO CRESCERE Ed. La Scuola

  • Jesper Juul LA FAMIGLIA CHE VOGLIAMO Ed. Urra/Apogeo

  • Michael Wintehoof FIGLI O TIRANNI? Ed.Tea



C.Albaut FILASTROCCHE A MOTORE, Ed.Motta Junior

  • C.Albaut FILASTROCCHE A MOTORE, Ed.Motta Junior

  • Nicoletta Costa LA MAESTRA MARGHERITA Ed. Einaudi

  • Leo Lionni PEZZETTINO E ALTRE STORIE, Ed.Einaudi

  • Roberto Piumini C’ERA UNA VOLTA, ASCOLTA Ed.Einaudi

  • Gianni Rodari PRIME FIABE E FILASTROCCHE, Ed.Einaudi

  • Vivian Lamarque Mettete subito in disordine!Storielle Al contrario, Ed.Einaudi

  • Mario Lodi e i suoi ragazzi CIPI’, Ed. Einaudi

  • Nicoletta Costa LE STORIE DI GIULIO CONIGLIO, Ed.Franco Cosimo Panini






Do'stlaringiz bilan baham:


Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2017
ma'muriyatiga murojaat qiling