Comune di alfiano natta


Download 365.55 Kb.
Pdf ko'rish
bet1/6
Sana28.02.2017
Hajmi365.55 Kb.
  1   2   3   4   5   6

Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI ALFIANO NATTA 



 

Il servizio idrico integrato del Comune di Alfiano Natta viene erogato nel seguente modo: 

• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 



• 

per la fognatura impianti del Comune;

 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La rete fognaria si sviluppa per circa 8,5 Km, è realizzata principalmente in cls 8,27 Km circa e pvc 0,23 



Km circa, lo stato di conservazione delle condutture fognarie risulta essere generalmente sufficiente. I 

reflui convogliati sono per il 100% acque miste. 

La popolazione residente nel comune ammonta a 775 unità mentre quella fluttuante è di 110 unità, gli 

abitanti allacciati sono circa il 80% dei totali. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Cardona Ovest, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Trittango) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 150 AE ed un carico d'esercizio di 150 

AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

10.450 mc/anno. 

2.  Scarico in Località strada Comunale Rio Da Bagno, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Bizara) 

che riceve reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 150 AE ed un carico 

d'esercizio di 150 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume 

medio trattato è di 10.950 mc/anno. 

3.  Scarico in Località strada Vicinale Casarello, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio della Greucia) 

che riceve reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 50 AE ed un carico d'esercizio 

di 50 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è 

di 3.679 mc/anno. 

4.  Scarico in Località Capoluogo Castella, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio del Gatto) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 200 AE ed un carico d'esercizio di 200 

AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

14.629 mc/anno. 

5.  Scarico in Località Capoluogo Via Stazione, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Vuò) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 200 AE ed un carico d'esercizio di 200 

AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

14.629 mc/anno. 

6.  Scarico in Località Sanico Via Crivelli, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Vuò) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 400 AE ed un carico d'esercizio di 400 

AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

29.258 mc/anno. 

7.  Scarico in Località Cardona, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non depurati. 

8.  Scarico in Località Casarello/Via San Carlo, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non 

depurati. 

9.  Scarico in Località Via IV Novembre, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non 

depurati. 

10.  Scarico in Località Sanico/Fontana Varengo, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non 

depurati. 

11.  Scarico in Località Sanico Via Vittorio Emanuele, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve 

reflui non depurati. 

12.  Scarico in Località Sanico/Via Crivelli, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non 

depurati. 

13.  Scarico in Località Casa Paletti, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non depurati. 



Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

continua Comune di Alfiano Natta 

 

14.  Scarico in Località Casarello Nord, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui non depurati. 



15.  Scarico in Località Strada Provinciale per Tonco, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Bizara) che 

riceve reflui non depurati. 

 


Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI ALTAVILLA MONFERRATO 

 

Il servizio idrico integrato del Comune di Altavilla Monferrato viene erogato nel seguente modo: 



• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 

• 

per la fognatura impianti del Comune;



 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La  rete fognaria  ha uno stato di conservazione che risulta essere generalmente medio buono. I reflui 



convogliati sono per il 100% acque miste. 

La popolazione residente nel comune ammonta a 400 unità mentre quella fluttuante è di 400 unità. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Pozzo Cocito, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui depurati da un 

impianto che tratta acque miste (100% civili). 

2.  Scarico in Località Cittadella, il ricettore finale è un corso d'acqua (Torrente Grana) che riceve reflui 

depurati da un impianto che tratta acque miste (95% civili e 5% produttive) 

3.  Scarico in Località Val del Rio - Franchini, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Sabbionaro) che 

riceve reflui depurati da un impianto che tratta acque miste (100% civili). 

 


Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI CAMAGNA MONFERRATO 



 

Il servizio idrico integrato del Comune di Camagna Monferrato viene erogato nel seguente modo: 

• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 



• 

per la fognatura impianti del Comune;

 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La rete fognaria si sviluppa per circa 8,25 Km, è realizzata principalmente in cls 7,25 Km circa e pvc 1,00 



Km circa, lo stato di conservazione delle condutture fognarie risulta essere generalmente buono per le 

condutture in pvc e per parte di quelle in cls, le tubazioni in cls di più vecchia realizzazione anni 60'/70' 

invece presentano alcuni inconvenienti. I reflui convogliati sono per il 100% acque miste. 

La popolazione residente nel comune ammonta a 573 unità mentre quella fluttuante è di 200 unità, gli 

abitanti allacciati sono circa il 93% dei totali. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Imprato/Costa Cattana, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 300 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste ed il 

volume medio trattato è di 13.140 mc/anno. 

2.  Scarico in Località Ronchetto, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un impianto 

avente un carico di progetto di 300 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste ed il volume 

medio trattato è di 14.600 mc/anno. 

3.  Scarico in Località Strada Provinciale Bonina, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da 

un impianto avente un carico di progetto di 100 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste ed 

il volume medio trattato è di 1.460 mc/anno. 

4.  Scarico in Località Pozzo guercio/Bonina, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 100 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste ed il 

volume medio trattato è di 4.380 mc/anno. 

5.  Scarico in Località Cardino, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume scaricato 700 

mc/anno) non depurati (esiste una fossa Imhoff non ancora in esercizio avente un carico di progetto di 

60 AE. 

 

 



Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI CAMINO 



 

Il servizio idrico integrato del Comune di Camino viene erogato nel seguente modo: 

• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 



• 

per la fognatura impianti del Comune;

 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La rete fognaria si sviluppa per circa 8,5 Km, è realizzata principalmente in cemento armato 7,5 Km circa 



e pvc 1 Km circa, lo stato di conservazione delle condutture fognarie risulta essere generalmente buono per 

i tratti realizzati dopo gli anni 70, mentre per quelli realizzati prima di tale data presentano inconvenienti. I 

reflui convogliati sono per il 100% acque miste. 

La popolazione residente nel comune ammonta a 778 unità mentre quella fluttuante è di 200 unità, gli 

abitanti allacciati sono circa il 60% dei totali. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Villanova, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume scaricato 400 

mc/anno) non depurati. 

2.  Scarico in  Località Campone, il ricettore finale è un corso d'acqua che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 400 AE ed un carico d'esercizio di 251 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 8.000 mc/anno. 

3.  Scarico in Località Serra, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un impianto avente 

un carico di progetto di 40 AE ed un carico d'esercizio di 30 AE. I reflui trattati dal depuratore sono 

acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 1.200 mc/anno. 

4.  Scarico in Località Cornale/Via Pontestura, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume 

scaricato 600 mc/anno) non depurati. 

5.  Scarico in Località Luparia, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume scaricato 2.400 

mc/anno) non depurati. 

6.  Scarico in Località Zizano, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume scaricato 600 

mc/anno) non depurati. 

7.  Scarico in Località Castel San Pietro/Ombra, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da 

un impianto avente un carico di progetto di 80 AE ed un carico d'esercizio di 40 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 1.200 mc/anno. 

8.  Scarico in Località Castel San Pietro/Casalino, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da 

un impianto avente un carico di progetto di 200 AE ed un carico d'esercizio di 25 AE. I reflui trattati 

dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 1.000 mc/anno. 

9.  Scarico in Località Castel San Pietro/Casaulone, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume 

scaricato 600 mc/anno) non depurati. 

10.  Scarico in Località Brusaschetto/Via Vittorio Emanuele, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui 

depurati da un impianto avente un carico di progetto di 100 AE ed un carico d'esercizio di 56 AE. I 

reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 2.200 

mc/anno. 

11.  Scarico in Località Brusaschetto/Via Garibaldi, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati 

da un impianto avente un carico di progetto di 40 AE ed un carico d'esercizio di 14 AE. I reflui trattati 

dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 500 mc/anno. 

12.  Scarico in Località Piazzano Montesion, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 40 AE un carico d'esercizio di 10 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 1.000 mc/anno. 

13.  Scarico in Località Piazzano, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume scaricato 400 

mc/anno) non depurati. 



Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

continua Comune di Camino 

 

 

14.  Scarico in Località Rocca delle Donne, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un 



impianto avente un carico di progetto di 50 AE ed un carico d'esercizio di 45 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 1.400 mc/anno. 

15.  Scarico in Località Isolegno, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui (volume scaricato 1.600 

mc/anno) non depurati. 

 


Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI CASTELLETTO MERLI 



 

Il servizio idrico integrato del Comune di Castelletto Merli viene erogato nel seguente modo: 

• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 



• 

per la fognatura impianti del Comune;

 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La rete fognaria si sviluppa per circa 14 Km, è realizzata principalmente in cls 2 Km circa e pvc 12 Km 



circa; lo stato di conservazione delle condutture fognarie risulta essere generalmente buono. I reflui 

convogliati sono per il 100% acque miste. 

La popolazione residente nel comune ammonta a 450 unità mentre quella fluttuante è di 240 unità, gli 

abitanti allacciati sono circa il 95 % dei totali. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Santa Maria/Bertana, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Menga) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 100 AE ed un carico d'esercizio di 50 

AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

3.000 mc/anno. 

2.  Scarico in Località Borgo San Giuseppe, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Menga) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 200 AE ed un carico d'esercizio di 120 

AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

5.500 mc/anno. 

3.  Scarico in Strada Vicinale Casasco, il ricettore finale è un il suolo che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 150 AE ed un carico d'esercizio di 120 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 5.500 mc/anno. 

4.  Scarico in Località Strada Comunale Cimitero/Località Perno, il ricettore finale è il suolo che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 100 AE ed un carico d'esercizio di 80AE. 

I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 3.600 

mc/anno. 

5.  Scarico in Località Strada Comunale Valle/Terfengo, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Della 

Bolla) che riceve reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 100 AE ed un carico 

d'esercizio di 40 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio 

trattato è di 1.400 mc/anno. 

6.  Scarico in Località Strada Comunale Bolli, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Della Bolla) che 

riceve reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 100 AE ed un carico d'esercizio di 

50 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 

2.200 mc/anno. 

7.  Scarico in Località Strada Comunale Zanco/Guazzolo, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui 

depurati da un impianto avente un carico di progetto di 150 AE ed un carico d'esercizio di 80 AE. I 

reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 5.500 

mc/anno. 

 


Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI CASTELLETTO MONFERRATO 



 

Il servizio idrico integrato del Comune di Castelletto Monferrato viene erogato nel seguente modo: 

• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 



• 

per la fognatura impianti del Comune;

 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La  rete fognaria si sviluppa per circa 17,5 Km, è realizzata principalmente in cls 6 Km circa, cemento 



armato 7,8 Km circa, pvc 2,5 Km circa, pead 0,5 Km circa e eternit 0,7 Km circa; lo stato di conservazione 

delle condutture fognarie risulta essere generalmente buono. I reflui convogliati sono per il 100% acque 

miste. 

La popolazione residente nel comune ammonta a 1448 unità mentre quella fluttuante è di 125 unità, gli 



abitanti allacciati sono circa il 98% dei totali. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Strada Statale 31 - Gerlotto, il ricettore finale è un corso d'acqua (Rio Massa) che 

riceve reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 1000/1200 AE ed un carico 

d'esercizio di 950/1100 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (90% civili e 10% 

produttive) ed il volume medio trattato è di 51.100 mc/anno. 

2.  Scarico in Località Giardinetto, il ricettore finale è un corso d'acqua (Roggia Baldone) che riceve 

reflui depurati da un impianto avente un carico di progetto di 250/300 AE ed un carico d'esercizio di 

250/290 AE. I reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato 

è di 7.300 mc/anno. 

3.  Scarico in Località Andasso, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati da un impianto 

avente un carico di progetto di 150/200 AE ed un carico d'esercizio di 175/190 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 5.475 mc/anno. 

4.  Scarico in Località Strada Comunale Peschiera, il ricettore finale è il suolo che riceve reflui depurati 

da un impianto avente un carico di progetto di 150/200 AE ed un carico d'esercizio di 175/190 AE. I 

reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 5110 

mc/anno. 

5.  Scarico in Località Borgo/Frazione Giardinetto, il ricettore finale è il suolo che riceve le acque da uno 

scaricatore di troppo pieno avente portata progettuale di 50 mc/anno. 

 

 



Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 

COMUNE DI CELLA MONTE 



 

Il servizio idrico integrato del Comune di Cella Monte viene erogato nel seguente modo: 

• 

per l'adduzione e la distribuzione idrica impianti dell'Acquedotto del Monferrato; 



• 

per la fognatura impianti del Comune;

 

• 

per la depurazione impianti del Comune.



 

 

La rete fognaria si sviluppa per circa 3.2 Km, è realizzata principalmente in cemento 2.55 Km circa e pvc 



0.65 Km circa ,lo stato di conservazione delle condutture fognarie risulta essere generalmente buono. La 

popolazione residente nel comune ammonta a 504 unità mentre quella fluttuante è di 150 unità. 

 

punti di scarico della rete sono i seguenti: 



1.  Scarico in Località Monti, il ricettore finale è un corpo idrico superficiale che riceve reflui depurati da 

un impianto avente un carico di progetto di 18/20 AE ed un carico d'esercizio di 18 AE. I reflui trattati 

dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 920 mc/anno. 

2.  Scarico in Magrina, il ricettore finale è un corpo idrico superficiale che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 18AE ed un carico d'esercizio di 13 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 729 mc/anno. 

3.  Scarico in Località Giubellina, il ricettore finale è un corpo idrico superficiale che riceve reflui 

depurati da un impianto avente un carico di progetto di 100 AE ed un carico d'esercizio di 83 AE. I 

reflui trattati dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di  4.847 

mc/anno. 

4.  Scarico in Sorgenti Bottegoni, il ricettore finale è un corpo idrico superficiale che riceve reflui 

depurati da un impianto avente un carico di progetto di 40 AE ed un carico d'esercizio di 38 AE. I 

reflui trattati dal depuratore sono acque  miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 2.220 

mc/anno. 

5.  Scarico in Fornace, il ricettore finale è un corpo idrico superficiale che riceve reflui depurati da un 

impianto avente un carico di progetto di 18AE ed un carico d'esercizio di 13 AE. I reflui trattati dal 

depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 912 mc/anno. 

6.  Scarico in Pratoghisone, il ricettore finale è un corpo idrico superficiale che riceve reflui depurati da 

un impianto avente un carico di progetto di 30/35 AE ed un carico d'esercizio di 27 AE. I reflui trattati 

dal depuratore sono acque miste (100% civili) ed il volume medio trattato è di 1.577 mc/anno. 

 

 

 



 

Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano – Monferrato – Piano d’Ambito

 

Versione  



Identificativo 

Data stampa 

Rev. 00 

 

Schede Monografiche  



Luglio 2002 

 



Download 365.55 Kb.

Do'stlaringiz bilan baham:
  1   2   3   4   5   6




Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2020
ma'muriyatiga murojaat qiling