Conoscere l’Italia attraverso la geografia a cura della Prof ssa Giusy Grado


Download 445 b.
Sana30.03.2018
Hajmi445 b.


Conoscere l’Italia attraverso la geografia

  • A cura della Prof.ssa Giusy Grado

  • Progetto SOSItalia 2009


  • Geografia è una parola formata

  • da due parole:

  • geo: Terra

  • grafia: disegno, descrizione.

  • Studiare la geografia vuol dire

  • studiare come è fatta la Terra



La Terra è rotonda

  • La Terra è rotonda

  • come una palla e

  • gira intorno al Sole

  • Il mappamondo è come

  • una piccola Terra che noi

  • possiamo far girare

  • e guardare da vicino



Il planisfero: è la carta,

  • Il planisfero: è la carta,

  • il disegno di tutta la

  • Terra.



L’ORIENTAMENTO

  • Orientarsi vuol dire trovare la strada giusta.

  • In geografia orientarsi vuol dire trovare l’oriente, il punto dove sorge il sole.

  • L’oriente è uno dei 4 punti cardinali.

  • Conoscendo l’oriente si possono trovare gli altri punti cardinali

  • I punti cardinali si possono chiamare in diversi modi:

  • EST O ORIENTE O LEVANTE

  • OVEST O OCCIDENTE O PONENTE

  • NORD O SETTENTRIONE O MEZZANOTTE

  • SUD O MERIDIONE O MEZZOGIORNO



Quando il sole non si può vedere o è notte, per orientarsi si può:

  • Quando il sole non si può vedere o è notte, per orientarsi si può:

  • Usare la bussola

  • Guardare

  • il cielo e cercare

  • la stella polare che

  • indica il NORD

  • Osservare il tronco di un albero: dove cresce il muschio (perché non arriva il sole), quello è il NORD



Parole chiave

  • Stella polare: è la stella più luminosa

  • della costellazione del Piccolo Carro

  • essa indica il Nord.

  • La Bussola serve

  • per trovare i punti

  • cardinali,

  • ha un ago calamitato,

  • esso viene attirato sempre

  • verso il nord.

  • Muschio: piccola pianta senza radici,

  • cresce negli ambienti umidi e freddi,

  • su rocce e su alberi.



LA MONTAGNA

  • La montagna è “un’altezza” del terreno che supera i 600 metri.

  • Le montagne sono fatte di roccia,

  • che dal piede fino a 3.000 metri è ricoperta da piante e da alberi.



PAROLE CHIAVE

  • Cima o vetta: il punto più alto di una montagna.

  • Piede: la base della montagna

  • Versante: il lato di una montagna.

  • Catena montuosa: una linea di montagne vicine.

  • Passo: il punto più basso dove si può passare dall’altra parte della catena montuosa.

  • Valle: un territorio che si trova tra due catene montuose.

  • Ghiacciaio: si forma in alta montagna dove per il freddo la neve non si scioglie mai e si trasforma in ghiaccio.



Le montagne in Italia

  • In Italia ci sono due grandi catene montuose:

  • le Alpi e gli Appennini.

  • Le Alpi si trovano a Nord e separano l’Italia dalla

  • Francia, dalla Svizzera e dall’Austria.

  • Le cime più alte delle Alpi sono:

  • il Monte Bianco (4.810 m)

  • Il Monte Rosa (4.633 m)

  • Gli Appennini: cominciano a Nord-Ovest

  • (Appennino Ligure) e continuano

  • fino in Sicilia (Appennino Siculo)

  • Le cime più alte degli Appennini sono:

  • Il Gran Sasso (2.912 m)

  • La Maiella (2.795 m)



Le montagne italiane



I vulcani in Italia

  • Nella catena degli Appennini ci sono molti vulcani. La maggior parte sono inattivi da migliaia di anni.

  • Nell’Appennino meridionale si trovano alcuni vulcani attivi.

  • L’Etna è il più grande vulcano d’Europa e si trova in Sicilia. Le eruzioni sono frequenti e molte volte la lava è arrivata fino al mare.

  • Il Vesuvio si trova a Napoli.

  • Nelle isole Eolie ci sono altri due vulcani, Stromboli e Vulcano, da questi vulcani escono sempre cenere e fumo.



PAROLE CHIAVE

  • Vulcano: montagna a forma di cono con un’apertura sulla cima. Ogni tanto da questa bocca escono lava, cenere e gas.

  • Cratere: la bocca di un vulcano

  • Eruzione: quando la lava esce dal vulcano in modo molto violento.

  • Lava: materiale liquido, molto caldo, che esce dal vulcano, durante un’eruzione.

  • Vulcano attivo: acceso, che funziona, ci possono essere eruzioni.

  • Vulcano inattivo: spento da moltissimi anni,

  • non si ricordano eruzioni.



Le colline in Italia

  • La maggior parte del territorio italiano è occupato dalle colline.

  • Tanti anni fa, i paesi italiani venivano costruiti sulle colline per difendersi dai nemici



Le colline più importanti sono:

  • Le colline più importanti sono:

  • a nord : le Langhe,

  • il Monferrato e il Canavese

  • al centro: il Chianti e le Colline Metallifere

  • a sud: le Murge in Puglia



Le pianure in Italia

  • In Italia le pianure sono piccole e si trovano vicino ai fiumi e alle coste.

  • La Pianura Padana è la più grande e si trova nell’Italia settentrionale, tra le Alpi e gli Appennini.

  • Il suo nome viene dal fiume Po

  • che i romani chiamavano Padus.

  • Il Tavoliere delle Puglie è la seconda pianura italiana.



PAROLE CHIAVE

  • Pianura: terreno quasi completamente diritto, piatto, dove non ci sono montagne e colline. In pianura è più facile coltivare i campi, costruire le strade, le case, le fabbriche.



Il Mare

  • Il mare è una grandissima quantità di acqua salata.

  • Il mare può essere più o meno profondo perché anche in fondo al mare possono esserci montagne o pianure.

  • Sulle carte geografiche,il mare poco profondo è colorato in azzurro chiaro, quello più profondo è colorato in azzurro più scuro.



Parole chiave

  • Costa: zona di confine tra la terra e il mare.

  • Isola: una parte di terra circondata dal mare

  • Arcipelago: un gruppo di isole vicine.

  • Penisola: una terra bagnata per tre parti dal mare.

  • Golfo: è una grande curva che fa il mare dentro la terra.

  • Baia: è una curva più piccola, con l’entrata stretta.

  • Promontorio: un pezzo di montagna che va dentro il mare

  • Stretto: una striscia di mare, tra due terre, che unisce due mari.

  • Costa alta: quando la montagna finisce sul mare.

  • Costa bassa: quando la pianura finisce direttamente sul mare.

  • Spiaggia: un pezzo di costa bassa ricoperta di sabbia o piccoli sassolini

  • Porto: la stazione delle navi. Di solito si trova in un golfo riparato dal vento



I Mari e le coste in Italia

  • L’Italia si trova al centro del Mediterraneo:

  • Il Mar Ligure a nord ovest

  • Il Mar Tirreno a ovest

  • Il Mar Adriatico a est

  • Il Mar Ionio a sud est

  • Le Coste

  • Nel Mar Adriatico le coste sono basse e ci sono molte spiagge

  • Nel Mar Ligure e nel Mar Tirreno ci sono molti golfi e promontori.

  • In Toscana e nel Lazio le coste sono basse e sabbiose.

  • In Sardegna le coste sono rocciose.

  • In Sicilia ci sono coste alte e coste basse.



Golfi e porti

  • In Italia i golfi più grandi e importanti sono:

  • Il Golfo di Genova,

  • il Golfo di Venezia,

  • il Golfo di Napoli,

  • il Golfo di Taranto e

  • il Golfo di Palermo.

  • In questi golfi ci sono anche porti importanti.



Il fiume

  • Il fiume è una lunga striscia di acqua dolce dove si raccoglie la pioggia e l’acqua dei torrenti e dei ruscelli che scendono dalle montagne.

  • Dalle montagne alte nascono fiumi grandi e con molta acqua.

  • Dalle montagne più basse nascono fiumi piccoli e con poca acqua.

  • Il fiume finisce nel mare in un punto che si chiama foce.

  • In un fiume possono arrivare altri fiumi più piccoli che si chiamano affluenti.

  • Quando un fiume entra in un lago si chiama immissario, quando esce dal lago si chiama emissario



Parole Chiave

  • Torrente: striscia d’acqua che scende dalle montagne quando piove.

  • Ruscello: torrente più piccolo.

  • Affluente: un fiume che si getta in un altro fiume.

  • Foce: il punto dove il fiume entra nel mare.

  • Foce semplice Quando la portata del fiume è ridotta il corso d'acqua non trasporta abbastanza materiale per formare un vero delta e spesso la costa resta rettilinea

  • Foce a delta: quando il fiume si divide in diversi rami perché le piccole particelle di terra che trasporta si depositano formando piccole isole

  • Foce ad estuario: quando l'acqua del mare a causa delle forti maree entra nel corso del fiume anche per molti chilometri, portando via, col deflusso della bassa marea, i materiali deposti. La foce assume la forma di un imbuto.



I fiumi italiani

  • I fiumi che scendono dalle Alpi raccolgono le acque dei ghiacciai, sono ricchi d’acqua e sono i più lunghi.

  • I fiumi che scendono dagli Appennini raccolgono

  • le piogge, sono ricchi d’acqua in autunno e primavera, ma hanno poca acqua in estate.

  • Il Po è il fiume più lungo d’Italia (652 Km)

  • Il Po riceve le acque di quasi tutti i fiumi della Pianura Padana che scendono dalle Alpi(affluenti di sinistra) e degli Appennini(affluenti di destra)



Il Lago

  • Il lago è una

  • depressione del terreno

  • che nel corso degli anni

  • si è riempita d’acqua.

  • Depressione:

  • terreno che si trova più in

  • basso rispetto alle terre vicine



I laghi possono essere:

  • glaciali: quando occupano una conca scavata dai ghiacciai

  • vulcanici: quando occupano un cratere spento



  • costieri: quando il mare spinge verso la costa dei detriti e forma delle lingue di sabbia che chiudono un piccolo braccio di mare.

  • tettonici: quando l’acqua riempie una conca che si è formata perché una porzione della terra si è abbassata





I laghi italiani

  • Nell’Italia settentrionale, ai piedi delle Alpi si trovano:

  • il Lago di Garda: è il più grande , il Lago Maggiore, il Lago di Como,il Lago d’Iseo,il Lago di Lugano… Sono di origine glaciale, hanno una forma allungata, sono profondi e circondati dalle montagne.

  • Nell’Italia centrale si trovano: il Lago Trasimeno, il Lago di Bolsena, il Lago di Bracciano… Sono di origine vulcanica e hanno una forma circolare.

  • Nell’Italia meridionale si trovano : il Lago di Lesina e il Lago di Varano, sono laghi costieri



Il clima

  • Il clima è l’insieme delle varie condizioni metereologiche di un paese, di una regione:

  • La temperatura(minima, massima, media)

  • Le precipitazioni (pioggia, nebbia, neve)

  • La pressione atmosferica (peso dell’aria)

  • I venti (moderati, forti)

  • I mari (calmi, mossi,agitati)

  • Il clima dipende da:

  • latitudine: distanza dall’Equatore (circonferenza massima della Terra, dove i raggi del sole arrivano più perpendicolari)

  • altitudine (altezza delle terre) più si va in alto più fa freddo.

  • vicinanza al mare e ai laghi perché l’acqua assorbe calore durante l’estate e lo restituisce poco a poco durante l’inverno.



Il clima in Italia

  • Il clima in Italia è mediterraneo: in generale caldo in estate e poco freddo in inverno perché si trova al centro di un mare caldo e le Alpi la proteggono dai venti freddi che arrivano da nord.

  • Non è uguale dappertutto perché l’Italia è lunga e stretta: certe regioni sono più vicine all’Equatore, altre sono più lontane, sono presenti zone di montagna pianure costiere.

  • Gli Appennini bloccano le piogge che arrivano da nord ovest, per questo motivo la costa adriatica è più secca di quella tirrenica.



Zone climatiche italiane

  • Temperato subtropicale                                              Interessa le aree più calde di ristrette fasce costiere dell’Italia meridionale ed insulare. Media annua > 17°C; media del mese più freddo > 10°C; 5 mesi con media >

  • 20°C; escursione annua da 13°C a l7°C. 

  • Temperato caldo                                                         Interessa la fascia litoranea tirrenica dalla Liguria alla Calabria, la fascia meridionale della costa adriatica e la zona ionica. Media annua da 14.5 a 16.9°C; media del mese più freddo da 6 a 9.9°C; 4 mesi con media > 20°C; escursione annua da 15 a 17°C. 

  • Temperato sublitoraneo                                             Interessa le zone collinari del preappennino tosco-umbro- marchigiano ed i versanti bassi dell’Appennino meridionale. Media annua da 10°C a l4.4°C; media del mese più freddo da 4°C a 5.9°C; 3 mesi con media > 20°C; escursione annua da 16°C a 19°C. 

  • Temperato subcontinentale                                               Interessa parte della pianura veneta, la pianura friulana, la fascia costiera dell’alto adriatico e la peninsulare interna. Media annua da 10°C a 14°C; media del mese più freddo da -1 a 3.9°C; 2 mesi con temperatura > 20°C; escursione annua da 16 a 19°C.

  • Temperato continentale                    Interessa tutta la pianura padana e parte di quella veneta. Media annua da 9.5 a 15°C; media del mese più freddo da -1.5 a 3°C; 3 mesi con media >20›; escursione annua > 19°C. 

  • Temperato freddo                                                      

  • Interessa una fascia delle Alpi e le aree sommitali dei maggiori gruppi appenninici. Media annua da 3 a 5.9°C; media del mese più freddo <-3°C; media del mese più caldo da 10 a 14.9°C; escursione annua da 16 a 19°C. 

  • Freddo glaciale                                                          

  • Interessa le zone alpine al di sopra dei 2000 m. Media annua <0›; media del mese più freddo <-6°C; media del mese più caldo < 9.9°C; escursione annua da 15 a 18°C. 

  • Ghiaccio perenne                                                       

  • Interessa la zona delle Alpi oltre i 3500 m. con neve perenne.



Parole chiave

  • Afoso:molto caldo, soffocante

  • Mite: né caldo,né freddo

  • Siccità: quando non piove da molto tempo



  • CONTINENTE: Europa

  • TERRITORIO: Penisola a forma di stivale

  • SUPERFICIE: 301.338 Km

  • POPOLAZIONE: 59.337.888 abitanti

  • CAPITALE: Roma

  • GOVERNO: Repubblica Parlamentare

  • COSTITUZIONE: 1 gennaio 1948

  • FESTA NAZIONALE: 2 giugno

  • MONETA: Euro

  • LINGUA UFFICIALE: italiano

  • BANDIERA: verde, bianco, rosso

  • INNO NAZIONALE: Fratelli d’Italia



Regioni e province d’Italia



Download 445 b.

Do'stlaringiz bilan baham:




Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2020
ma'muriyatiga murojaat qiling