Realizzazione di una webquest Webquest della 1c un’amicizia virtuale tra una classe di Pessano con Bornago e una di Tirano


Download 444 b.
Sana15.06.2018
Hajmi444 b.



Webquest della 1C

  • Un’amicizia virtuale tra una classe di Pessano con Bornago e una di Tirano

  • che in comune hanno:

  • Essere una prima;

  • Essere classi coinvolte nel progetto @pprenderedigitale;

  • La vicinanza al fiume Adda.



INTRODUZIONE

  • Gli insegnanti hanno

  • descritto e raccontato la loro idea a proposito della realizzazione di webquest con power point;

  • Hanno proposto lo scambio di e-mail con coetanei della scuola di Tirano, legata allo stesso progetto;

  • Hanno proposto un lavoro di gruppo relativo al fiume Adda, da realizzarsi con l’uso di internet e da presentarsi in power point.



COMPITO

  • Il prodotto finale deve essere una presentazione in power point per gruppo, relativa ad una ricerca sul fiume Adda;

  • La stesura di testi descrittivi in word in cui presentarsi e descriversi per iniziare la corrispondenza con i ragazzi di Tirano;

  • La relazione delle presentazioni realizzate e l’invio di e-mail da casa o da scuola.



PROCEDIMENTO

  • Per realizzare la ricerca relativa la fiume Adda, la classe è stata divisa gruppi:

  • Scrittori

  • Geografi

  • Botanici

  • Zoologi

  • Guide turistiche

  • Sportivi

  • I gruppi si sono formati spontaneamente in base all’interesse di ciascun alunno.



procedimento

  • Ogni gruppo, dopo una ricerca che prevedeva l’uso di internet, doveva realizzare una presentazione in power point.

  • Per la parte relativa alla corrispondenza con la scuola di Tirano, ogni alunno ha redatto un testo descrittivo (“io sono un personaggio). Dopo la correzione, il testo è stato trasformato in word e inviato via e-mail all’insegnante della scuola Tirano (questo ha permesso ai docenti di sapere cosa circola nella posta elettronica). Ogni alunno di Tirano ha svolto la stessa operazione (già in power point) verso Pessano con Bornago.



Punti di debolezza del procedimento

  • Visto le difficoltà dovuta alla mancanza di dotazione informatica a scuola, i ragazzi hanno usato poche volte l’aula di informatica, prevalentemente hanno lavorato a casa, sotto sorveglianza dei genitori, con la sitografia fornita dagli insegnanti.

  • Le e-mail “personali” dei ragazzi sono transitate esclusivamente da caselle di posta elettronica “casalinghe”.



VALUTAZIONE

  • Si userà la griglia di valutazione proposta dal sito “bibliolab”. Ogni gruppo usa tale griglia per un’autovalutazione. Gli insegnanti mostrano la loro valutazione e, dopo una discussione a classe intera, si procede al “voto finale”.

  • Nessuna valutazione è prevista per lo scambio di e-mail, se non per i testi scritti “manulamente” dai ragazzi. (valutazione relativa alla produzione scritta).



CONCLUSIONE

  • L’idea della corrispondenza e del possibile incontro, con coetanei di un’altra scuola è piaciuta moltissimo.

  • Il lavoro di gruppo è apparso molto motivante, le ricerche stanno dando frutti piuttosto interessanti.

  • Il “valore aggiunto” del digitale per gli alunni sta, probabilmente, nella ventata di novità, nella possibilità di lavorare in autonomia, nel dimostrare creatività e nella possibilità di procedere attraverso percorsi personali.

  • MA



RICHIESTE

  • Occorre avere al più presto la dotazione informatica;

  • Avere più tempo in classe (la possibilità di lavorare in compresenza con il collega di matematica è ridotta a due ore alla settimana, grazie all’organizzazione, nella nostra scuola, dei LARSA).




Download 444 b.

Do'stlaringiz bilan baham:




Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2020
ma'muriyatiga murojaat qiling