Saper calibrare bene i tempi delle attività che si propongono tenendo conto dei ritmi di apprendimento dei bambini


Download 445 b.
Sana30.05.2017
Hajmi445 b.







  • Saper calibrare bene i tempi delle attività che si propongono tenendo conto dei ritmi di apprendimento dei bambini

  • Saper dare ritmo alla giornata scolastica

  • Saper gestire le transizioni da un’attività all’altra

  • Saper gestire disturbi e interruzioni in modo da creare la sacralità dell’aula

  • Saper collocare l’organizzazione della giornata nella piramide della progettazione





La presentazione delle attività aiuta a entrare in sintonia, crea empatia, prepara e predispone per le attività.

  • La presentazione delle attività aiuta a entrare in sintonia, crea empatia, prepara e predispone per le attività.

  • Le domande a cui rispondere sono: “Cosa impariamo?” – “Cosa facciamo?”

    • All’inizio della giornata l’insegnante presenta il timeteble delle attività
    • …………


Prima di far partire un’attività è importante riprendere quanto fatto in precedenza, per ricordare, far sintonizzare, fare warm up

  • Prima di far partire un’attività è importante riprendere quanto fatto in precedenza, per ricordare, far sintonizzare, fare warm up

    • L’insegnante ricorda a che punto siamo e quello che è stato fatto
    • Un alunno ricorda e/o legge il verbale degli step precedenti
    • (Studi sulla metacognizione)


Ogni attività risulta efficace se è prevista una conclusione che riassume il percorso, l’esperienza fatta

  • Ogni attività risulta efficace se è prevista una conclusione che riassume il percorso, l’esperienza fatta

    • Un alunno a fine giornata racconta ciò che è successo
    • Il docente sintetizza ciò che è stato fatto
    • Un alunno ha il compito di scrivere “cosa abbiamo imparato oggi….” su un cartellone e/o quaderno


  • E’ importante riproporre, a distanza di breve tempo, materiale di apprendimento già presentato (utile anche nelle memorizzazioni e nelle esercitazioni)

  • A1 b1b2b3; A1 c1c2c3; A1…

  • (Mace: ricerca su 3900 studenti americani - 1939)



Meglio dividere un’ attività in più fasi e inframezzarle con altre attività, piuttosto che svolgere un’attività di continuo (attività massiva)…

  • Meglio dividere un’ attività in più fasi e inframezzarle con altre attività, piuttosto che svolgere un’attività di continuo (attività massiva)…

      • Operare questa divisione tra
      • aaa - bbb – ccc (massiva)
      • abc – abc – abc (inframezzata)
      • (Dip. Psicol. Univ. Florida –USA – 2000)
      • (Mace: ricerca su 4000 stud. Americani – 1939- )




Lo stacco è una brevissima attività che rompe lo schema della routine della giornata scolastica, specie se impegnativa, utilizzando altre dimensioni sensoriali – corporee, altri linguaggi, per poi ritornare all’impegno precedente.

  • Lo stacco è una brevissima attività che rompe lo schema della routine della giornata scolastica, specie se impegnativa, utilizzando altre dimensioni sensoriali – corporee, altri linguaggi, per poi ritornare all’impegno precedente.

  • (Taylor- Scherer )

    • Cantare una canzone muovendosi con il corpo
    • Ascoltare una musica e muoversi a ritmo
    • Esprimere un’emozione/dire una filastrocca
    • ………………………………………..


I riti sviluppano senso di appartenenza, favoriscono la calma e l’ordine, predispongono a svolgere un’attività

  • I riti sviluppano senso di appartenenza, favoriscono la calma e l’ordine, predispongono a svolgere un’attività

    • Filastrocca /canzone prima di iniziare la giornata
    • Prendere le presenze , segnare il tempo….
    • Mettere a posto e ordinare prima di passare ad un’ altra attività
    • Utilizzare un segnale per fare silenzio , un altro per cambiare attività…
    • …………………………
    • (M. Orsi “A scuola sz” 2006)


Il ciclo dell’attività è l’andamento dell’attività.

  • Il ciclo dell’attività è l’andamento dell’attività.

  • Iniziare bene e concludere bene sono gli ingredienti di un apprendimento efficace.

  • Inizio

    • Scaldarsi (i riti)
    • Sapere quel che succede (informare/presentare)
  • Percorso

    • Riti /Attività / Stacchi ……..
  • Fine

    • Stacco
    • Sintesi / racconto / documentazione / esposizione
    • (Studi sulla metacognizione)


Un’attività riesce meglio se è preceduta da un riscaldamento (Warm up). Gli atleti fanno gli esercizi di riscaldamento, esercizi di concentrazione, rituali di preparazione. Nella cultura orientale è importante prendere contatto con il respiro e con il proprio corpo e la propria mente prima di eseguire un esercizio/attività.

  • Un’attività riesce meglio se è preceduta da un riscaldamento (Warm up). Gli atleti fanno gli esercizi di riscaldamento, esercizi di concentrazione, rituali di preparazione. Nella cultura orientale è importante prendere contatto con il respiro e con il proprio corpo e la propria mente prima di eseguire un esercizio/attività.



“L’assaggio” prepara all’apprendimento, permette di essere informati, di connettere i saperi da acquisire alla propria mappa congnitiva, di dare – in definitiva – significato all’attività didattica che seguirà

  • “L’assaggio” prepara all’apprendimento, permette di essere informati, di connettere i saperi da acquisire alla propria mappa congnitiva, di dare – in definitiva – significato all’attività didattica che seguirà

    • Brevissima sintesi dei contenuti da presentare e collegamento con precedenti attività/concetti
    • Cosa impareremo …
    • Fare domande…. portare in aula materiale “misterioso”
    • Presentare uno schema
    • … ………………….
    • (Studi e ricerche sulla motivazione – Nord Europa )


L’attività è spesso disturbata e/o interrotta da rumori e da persone che entrano in classe, che deconcentrano e distraggono. Occorre mettere in atto strategie e iniziative.

  • L’attività è spesso disturbata e/o interrotta da rumori e da persone che entrano in classe, che deconcentrano e distraggono. Occorre mettere in atto strategie e iniziative.

    • Appendere un cartello alla porta “Non disturbare”
    • Sensibilizzare i collaboratori scolastici e i colleghi
    • Mettere palline da tennis alle gambe delle sedie
    • ……………………..


Il passaggio da un’attività ad un’altra in una classe è un momento critico che può far perdere tempo, deconcentrare, generare confusione. Occorre gestire attentamente le transizioni.

  • Il passaggio da un’attività ad un’altra in una classe è un momento critico che può far perdere tempo, deconcentrare, generare confusione. Occorre gestire attentamente le transizioni.

  • - costruendo riti insieme agli alunni

    • individuando e organizzando i materiali e gli spazi per l’attività successive
    • Informando gli alunni sulle attività della giornata e su come transitare da un’attività all’altra
    • …………………


L’orologio e in genere i contatori del tempo aiutano il docente e gli alunni a tenersi nei tempi stabiliti, evitando noia, disordine, inconcludenza, sforamento. Una giusta variazione delle attività richiede una gestione attenta del tempo.

  • L’orologio e in genere i contatori del tempo aiutano il docente e gli alunni a tenersi nei tempi stabiliti, evitando noia, disordine, inconcludenza, sforamento. Una giusta variazione delle attività richiede una gestione attenta del tempo.

  • Ultilizzare vari strumenti come:

    • Orologio da parete con segnalatori di tempo
    • Timer
    • Clessidre
    • ……………..










Se il docente deve fare una domanda a un gruppo o a un singolo alunno non chiedere mai una risposta reattiva (immediata).

  • Se il docente deve fare una domanda a un gruppo o a un singolo alunno non chiedere mai una risposta reattiva (immediata).

  • Come regola dare sempre agli alunni 20 – 30 secondi prima di rispondere , perché è stato dimostrato che le risposte sono molto più corrette

  • (Blair 2007-Gardner “Educare al comprendere”1991-Juul “Il bambino è competente”1995-)





Prepararla accuratamente nei contenuti, nei tempi , nelle procedure e nell’organizzazione dei materiali

  • Prepararla accuratamente nei contenuti, nei tempi , nelle procedure e nell’organizzazione dei materiali

  • Confrontarsi con i colleghi

  • Condividerla con gli alunni

  • Compilare il timetable

  • Fare un pannello (della giornata e della settimana)

  • Realizzare quanto scritto

  • Revisionare quanto fatto (con i colleghi - con gli alunni)

  • Provare a organizzare alcune giornate durante l’anno in modo ottimale, con grande cura e precisione (giornate della responsabilità)




Download 445 b.

Do'stlaringiz bilan baham:




Ma'lumotlar bazasi mualliflik huquqi bilan himoyalangan ©fayllar.org 2020
ma'muriyatiga murojaat qiling